Arzano zona rossa, COA Napoli Nord: tutelare avvocati e assistiti

Le richieste del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord al governatore De Luca.

L’Associazione Forense Arzanese, che rappresenta circa cento avvocati che domiciliano nel predetto Comune, segnala l’impossibilità di potersi legittimamente allontanare da Arzano per recarsi a patrocinare le cause nei diversi uffici giudiziari, tutti presenti al di fuori di tale comune, per effetto dell’ordinanza della G.R. n. 82 del 20.10.2020. Nei successivi chiarimenti del 21.10 u.s. neppure viene considerata tra le attività escluse dal divieto di allontanamento quella dell’assistenza legale, quanto meno per la difesa innanzi l’Autorità Giudiziaria.

Tale limitazione posta agli avvocati è in aperto contrasto con l’art. 24 della Costituzione che prevede la difesa come un diritto inviolabile per ogni cittadino. Infatti, i cittadini arzanesi, ma non solo, verrebbero privati dell’assistenza dei loro difensori, che sono costretti a non potersi allontanare dal proprio domicilio, non potendo patrocinare le cause in corso presso i vari uffici giudiziari, con pregiudizio irreparabile per le decadenze che si verificherebbero.

Tutto ciò comporta anche che gli avvocati sarebbero esposti a responsabilità civile e penale (per abbandono di difesa) perchè impossibilitati al rispetto degli obblighi assunti con i loro clienti.

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord ha chiesto, con urgenza al Presidente della Regione Campania on. Vincenzo De Luca un immediato intervento per risolvere il vuoto normativo, non solo per tutelare gli avvocati, ma soprattutto i loro assistiti. Inoltre il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord ha deliberato:

– di richiedere l’espresso riconoscimento del “legittimo impedimento” nel caso fosse ancora proibito agli avvocati di recarsi ad espletare il mandato difensivo;

– di istituire un elenco di avvocati che si rendono disponibili a sostituire in udienza gli avvocati impediti a causa di tali norme restrittive della circolazione o perchè in isolamento fiduciario. Tutti i Consiglieri hanno dato la loro disponibilità ad essere inseriti in tale elenco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *