luigi De Magistris

Affittopoli, de Magistris: “Napoli è una cosa, Roma un’altra”

“Napoli non è come Roma”, spiega de Magistris. Il primo cittadino partenopeo assicura che in città non c’è alcun caso affittopoli come nella capitale.

Rispondendo alle polemiche che circolano negli ultimi giorni, riguardo un caso affittopoli anche a Napoli, il sindaco di Napoli, intervistato, ha chiarito che in città non ci sono privilegi. Non c’è dunque alcuna affittopoli. “Non esistono casi di persone abbienti, ricche, che sfruttano il patrimonio immobiliare del Comune”, ha chiarito il sindaco.

De Magistris: “Messo in regola tutti gli immobili”

Luigi de Magistris ribadisce che a Napoli non c’è un caso affittopoli e rilancia dicendo: “Abbiamo anche messo in regola tutti gli immobili che erano a gestione delle giunte precedenti”. “Non c’è alcun sfruttamento del patrimonio immobiliare comulane – aggiunge – ma ci sono delle situazioni di necessità, cioè di persone povere con le quali si procede alla regolarizzazione, nel senso che si paga il fitto secondo quanto previsto dalla legge”.

“Nessun privilegio e nessun abuso”

“Per quanto riguarda gli immobili delle associazioni culturali – spiega – abbiamo previsto non affidamenti diretti, come si faceva nel passato, ma delle procedure che consentono a chi fa attività meritorie sul territorio, di poter avere fortissime agevolazioni. Le case a vista mare? Sono comunque case di edilizia popolare e quindi stiamo procedendo secondo i canoni previsti dalla legge. Non c’è nessun privilegio e nessun abuso”.

“Questa – conclude de Magistris – è un’amministrazione che sa guardare a chi vive in stato di necessità, che sa avere tolleranza zero nei confronti dei camorristi e che non lascerà mai senza tetto chi è in difficoltà”.