A 22 anni dalla morte di Lucio Battisti, genio senza tempo

Un genio che aveva cominciato come autore e che è stato convinto a cantare le sue canzoni

Un genio che aveva cominciato come autore e che è stato convinto a cantare le sue canzoni

Oggi, 9 settembre, cade l’anniversario della morte di Lucio Battisti, stroncato a 55 anni da una malattia. A distanza di 22 anni resta la straordinaria lezione lasciata in eredità da un genio, uno degli artisti che ha contribuito di più al rinnovamento della canzone italiana, aprendole le porte della contaminazione con il rock, la black music, fino alla disco, la musica latina, l’elettronica.

Un genio che aveva cominciato come autore e che è stato convinto a cantare le sue canzoni: e lui, con la sua voce da “non cantante” è diventato uno dei più grandi di sempre. Anche per questo oggi, alcuni suoi colleghi di grande successo, devono ringraziarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *