romeno

Romeno cerca di violentare studentessa al centro storico. Nel tentativo di scappare ferisce un uomo.

Romeno cerca di violentare una studentessa in un ascensore del centro storico. Arrestato mentre tentava di nascondersi in un altro stabile.

Il tentato stupro è avvenuto in un ascensore di un palazzo del centro storico del quartiere Vicaria. E’ qui che ieri sera, una studentessa che stava rientrando a casa, ha incontrato il suo aggressore, un ragazzo romeno di anni 30. L’uomo ha atteso con la ragazza l’arrivo dell’ascensore e una volta entrati, a porte chiuse, ha estratto un cacciavite e minacciato la ragazza, iniziandola a palpeggiare ed aggredire.

La studentessa ha iniziato ad urlare e così facendo ha attirato l’attenzione di una condomina, intervenuta subito in suo soccorso appena le porte dell’ascensore si sono aperte. L’uomo però è riuscito a scappare. E mentre fuggiva ha ferito alla mano e ad un piede, con lo stesso giravite, un altro condomino che gli aveva chiesto perché fosse all’interno dello stabile. L’uomo ha poi tentato riparo in un palazzo di Vico Rocci, chiedendo ad un inquilino di farsi aprire.

Nel frattempo la studentessa, con l’aiuto della condomina, ha chiamato il 113 e all’arrivo della Polizia ha descritto l’uomo nei minimi dettagli. Gli agenti lo hanno poi rintracciato al terzo piano di uno stabile in vicoletto San Giorgio ai Mannesi. Il suo nome è Ioan Aureul Ciovaci, 30enne romeno senza fissa dimora. E’ stata arrestato con l’accusa di violenza sessuale e lesioni dolose aggravate.

Il romeno ha rischiato anche di essere linciato

I poliziotti, oltre ad arrestare l’individuo responsabile dell’aggressione, hanno dovuto fronteggiare gli abitanti del luogo che volevano aggredire l’uomo. La studentessa 21enne è stata poi portata al pronto soccorso e giudicata guaribile in 15 giorni. L’altra vittima è stata medicata per lesioni guaribili in 10 giorni. Il romeno ora si trova a Poggioreale.