Risparmiare energia in casa: ecco come fare

Risparmiare energia in casa: ecco come fare

Per risparmiare energia a livello domestico è bene installare termostati programmabili, spegnere spie luminose e stare sempre attenti ai consumi

Risparmiare energia è uno dei must che ormai tutti gli utenti, domestici e non, sanno di dover rispettare. Un po’ per una questione economica, un po’ per una questione ecologica e di rispetto dell’ambiente in cui si vive. Dal punto di vista economico, risparmiare energia significa pagare bollette meno salate e mettere le tariffe di energia degli operatori a confronto è importante per trovare quella più vantaggiosa e adatta alle proprie esigenze.

I consigli dell’autorità

Quando poi l’autorità ci dà consigli su come risparmiare energia, non si può fare altro che darle ascolto. E’ il caso della guida di Adiconsum, che ha l’obiettivo di insegnare al cittadino ad utilizzare gli elettrodomestici nel modo più eco friendly e meno dispendioso possibile. Nel momento in cui si realizza che gli elettrodomestici contano sull’importo delle bollette per l’80% poi, si assumerà sicuramente un comportamento più attento.

Etichetta energetica

Per cominciare dalle basi, è fondamentale selezionare apparecchi con un’etichetta energetica buona: più è alta, meno consumano. Preferire elettrodomestici di classe A è quindi sinonimo di un comportamento rispettoso dell’ambiente (e del proprio portafoglio).

Programmi ECO

Quando si usano lavatrici e lavastoviglie, poi, è bene usare i programmi eco, se presenti. Durano di più, ma, a differenza di quanto si potrebbe pensare, consumano molto meno, in quanto panni e stoviglie vengono lavati a temperature più basse, che richiedono un dispendio energetico inferiore.

Lo standby

Ma si possono anche attuare piccoli accorgimenti che permetteranno di ridurre l’importo della bolletta, come ad esempio staccare la spina di corrente di tutti gli apparecchi che dispongono della spia per lo standby, perché, non si direbbe, ma consumano anche da spenti. Usare lampadine a basso consumo o a LED, poi, aiuta in modo ancora più efficace a ridurre il dispendio energetico.

Il riscaldamento domestico

Per quanto riguarda il riscaldamento, argomento molto popolare in questi mesi d’inverno, è bene mantenere una temperatura adeguata negli ambienti. Quindi evitare di alzare il termostato sopra i 20 gradi e, se ne esiste la possibilità, installare un termostato programmabile per abbassare la temperatura nelle ore in cui non si è in casa e per quelle notturne.

Valvole termostatiche

Se si abita in un condominio con riscaldamento centralizzato, si può risparmiare energia lo stesso, in quanto qualche mese fa è stato stabilito per legge che i radiatori devono avere installate delle valvole termostatiche per poter regolare autonomamente la temperatura desiderata. In questo modo si evita anche un impatto caldo-freddo esagerato quando si esce di casa. Se si vuole risparmiare energia in modo efficace, poi, è bene dotarsi di una buona dose di pazienza: per cui cerchiamo di limitare l’uso della lavatrice e di aspettare con calma che i panni si asciughino.