Azzurro Napoli Basket

Presentata la nuova squadra dell’Azzurro Napoli Basket. Il Palabarbuto sarà la sua casa?

Presentata la nuova squadra dell’Azzurro Napoli Basket. L’obiettivo è quello di avere una stagione tranquilla per costruire qualcosa di importante

Presentata la nuova squadra dell’Azzurro Napoli Basket in conferenza stampa allo Jemming.

Ecco l’Azzurro Napoli Basket. Coach Di Lorenzo e il capitano Sabbatino

Parte con tutti i buoni auspici il nuovo gruppo di coach Giampaolo Di Lorenzo che subito si è dichiarato felicissimo di ritornare a Napoli “Tornare a Napoli ti crea sempre un brivido particolare. Sappiamo che abbiamo un obiettivo importante, partiamo per attirare più persone possibili. Il nostro compito è quello di creare entusiasmo. Crediamo in questo gruppo e posso già dire che sta nascendo qualcosa di importante. Posso solo ringraziare e fare un in bocca al lupo a tutti. Non conta la categoria, ma conta sopratutto vincere. E’ difficile fare pronostici ora, sarà il campo a dare le risposte. Abbiamo una squadra forte e proveremo a vincere tutte le gare.”

In merito al rapporto tra il basket e Napoli Di Lorenzo così si è espresso “Il basket a Napoli può essere importante anche dal punto di vista sociale, così come tutti gli altri sport. Bisogna inventarsi qualcosa di nuovo per lanciare la pallacanestro in questa città. Da parte mia c’è tutta la mia disponibilità. Partiamo da zero, c’è tutto da conquistare”.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione della squadra, la società ha annunciato il nuovo capitano per la prossima stagione. Sarà Nunzio Sabbatino, playmaker classe 1992, alla sua seconda esperienza consecutiva con la maglia azzurra: “Ringrazio la società e tutto lo staff tecnico per questo ruolo affidatomi. E’ un onore essere il capitano di questa città. Siamo tutti sereni e il nostro precampionato l’ha dimostrato”. Alla fine la chiamata al palazzetto “Aspettiamo tutti i napoletani al palazzetto”.

Il GM Francesco Betti

Hanno preso la parola anche il GM Pier Francesco Betti che ha espresso un concetto molto importante ed ha espresso il suo piacere ad essere nuovamente a Napoli  “Ci sono due partite da vincere: quella della squadra e quella della società. Queste due componenti devono impegnarsi a fondo per arrivare alla vittoria. Ho molto a cuore questa città. Portare il nome di Napoli sulla maglia o sul bigliettino da visita è un qualcosa che riempe di orgoglio. Siamo in una grande città e abbiamo il dovere di portare Napoli nelle categorie che merita”.

Parola all’AD Antonio Di Rocco

Anche l’amministratore delegato Antonio Di Rocco: “Ci auguriamo che questo che sta per iniziare sia un percorso ricco di successo. Spetta ai ragazzi dare a noi tutte le soddisfazioni possibili. Saranno guidati da un tecnico bravo, ho conosciuto poche persone del suo livello. Ringrazio Betti per aver costruito una squadra forte e che nei prossimi tre anni potrà disputare partite importanti. E’ una promessa che ho fatto ad un mio caro amico”.

Nei ringraziamenti agli sponsor l’Ad Di Rocco ha chiarito il rapporto tra la Givova e la società: “Mi tocca ringraziare tutte le aziende che hanno deciso di appoggiare il nostro progetto. I rapporti con Givova e con i proprietari sono ottimali. Per impegni lavorativi oggi non c’è un contratto scritto con loro. Voglio ringraziare per l’impegno Giovanni Acanfora e per la sua dedizione. Ad oggi però non possiamo dire che ci chiameremo Givova Napoli per tutta la stagione. Contiamo di risolvere questa questione quanto prima. Per ora siamo Azzurro Napoli Basket”.

Il Palabarbuto sarà la sua casa? Parola al presidente Balbi

A prendere la parola è poi stato il presidente Maurizio Balbi che sollecitato dai colleghi ha voluto spiegare la situazione PalaBarbuto “La comunicazione col Comune non è semplice. Capita nell’interazioni con le istituzioni che la mano destra non sa cosa fa la mano sinistra. Dal canto nostro abbiamo fatto tutto quello che andava fatto, comprese tutta una serie di richieste al Comune.”

“Volevamo farci carico di una serie di opere, anche se non di nostra competenza, solo per il bene del basket napoletano, ed  eravamo disposti a farci carico anche di altro. Stamattina ho avuto modo di passare per Palazzo San Giacomo per fissare appuntamento nel pomeriggio. Per quanto mi riguarda giocheremo al PalaBarbuto domenica alle 18. Ove mai così non fosse abbiamo pronti altri piani, non ci lasceremo sorprendere.

Il presidente ci ha tenuto a chiarire che “l’obiettivo è quello di cambiare rotta e condurre una stagione tranquilla dal punto di vista societario. Ripartire dalla serie B è un passaggio quasi obbligato per costruire qualcosa di importante. Grazie a Betti abbiamo costruito un roster di livello assoluto. Questa è una rinascita, è un nuovo capitolo per la pallacanestro che mi auguro ci consenta di parlare solo di basket e non di altro”.

Lucio Starace responsabile marketing ha accennato ad una serie di progetti e d’iniziative che coinvolgeranno le scuole “Il basket deve essere un momento di aggregazione per quanto riguarda il nostro punto di vista. Abbiamo scritto un progetto che coinvolgerà le scuole. Il nostro obiettivo è quello di fidelizzare i giovani alla nostra società”.

Nelle novità del prossimo campionato la presenza costante della nostra redazione e della nostra testata come media partners, mentre più che concreta è la possibilità di rivedere l’intera partita sul nostro sito.

Le interviste sono di Carmine Casella e Stefano D’Angelo