svizzera

Padre e figlio di origini napoletane in fuga dalla Svizzera dopo aver commesso un omicidio

Il movente del brutale omicidio commesso in Svizzera, da due napoletani, sarebbero i debiti accumulati nel tempo nei confronti della vittima.

Secondo quanto scrivono i giornali svizzeri, un padre di famiglia, di origini napoletane, assieme a uno dei suoi figli, è in fuga dalla Svizzera dopo aver commesso un omicidio. L’uomo è infatti accusato dell’omicidio di Angelo Falconi, fiduciario 73enne e padrone di casa sita in via Valdani a Chiasso, luogo dell’assassinio avvenuto venerdì scorso. Per entrambi, padre e figlio, c’è un mandato di arresto internazionale.

Svizzera, assassini in fuga verso Napoli?

Padre e figlio sono ancora latitanti e le autorità pensano che i due possano aver sconfinato, fuggiti probabilmente in Italia, forse a Napoli. Secondo quanto riportato dai media locali, l’uomo, originario di Ercolano, aveva accumulato un debito per oltre 800mila franchi e si sarebbe dovuto presentarsi in Pretura per la procedura di sfratto dall’abitazione nella quale viveva, di proprietà della vittima, Angelo Falconi.

L’uomo in Svizzera gestiva una stazione di servizio, in corso San Gottardo, chiusa alcuni giorni fa per i troppi debiti. Interrogati in queste ore moglie e gli altri figli dell’uomo. Infine, ad oggi, alle autorità italiane ancora non è pervenuto il mandato di cattura internazionale.