Napoli sotto zero. Metro bloccata e c’è chi vende palle di neve (FOTO)

Napoli sotto zero. Metro bloccata Piazza Garibaldi chiusa per otto ore e c’è chi vende palle di neve. Gli scavi di Pompei imbiancati e i consigli di Abc

Napoli sotto zero e l’intera provincia stretta nella morsa del freddo. La leggera nevicata durante la notte ha ricoperto la città creando scenari inconsueti.

Piazza Garibaldi chiusa per otto ore e Linea uno ferma

Il freddo ed il gelo sono la causa dei disagi determinatisi alla metropolitana napoletana. Due treni si sono rotti in mattinata, isolando la stazione Garibaldi e costringendo Metronapoli alla sua chiusura per otto ore, fino alle 17.30 circa per dei guasti ai circuiti elettrici del materiale rotabile. Viste le temperature della notte c’è da sperare fili tutto liscio: il timore è che problemi simili possano vanificare lo sforzo di tenere aperta la linea per i festeggiamenti di San Silvestro. Nell’attesa che nel nuovo anno arrivino i nuovi treni sempre più indispensabili

Napoli sotto zero: una palla di neve 50 centesimi, tre palle un euro

In tantissimi sui social network hanno pubblicato foto di una città ricoperta da uno strato di neve,e qualcuno si è divertito a vendere palle di neve su internet ed in strada. L’ ingegno napoletano ha superato se stesso. Molti ragazzini della provincia hanno iniziato un mercato delle palle di neve già fatte. 1 palla 50 centesimi, tre 1 euro. Un piccolo commercio che ha coinvolto molte persone divertiti da questa “iniziativa imprenditoriale”.

Il vento di Burian è calato, ma al suo posto c’è un freddo pungente che proviene dal centro dell’europa, che ha reso e renderà suggestivo questa capodanno ed i prossimi giorni d’inizio anno.

Lo spettacolo degli scavi di Pompei completamente imbiancati

Pompei e gli scavi si sono svegliati sotto la neve, presentando ai turisti uno spettacolo straordinario che hanno potuto immortalare con le loro foto. Un evento che secondo molti non accadeva da almeno sessanta anni. Dal foro ai giardini delle ville, fino alla fontana di via dell’Abbondanza e all’anfiteatro, l’antica città si è mostrata in un modo diverso.

Napoli sotto zero: I consigli di ABC per le tubature congelate e disagi

L’azienda idrica comunale Abc ha diffuso un comunicato a proposito dei problemi di congelamento delle condutture “La scorsa notte a causa di una brusca caduta delle temperature si sono verificati numerosi casi di congelamento degli impianti idrici con conseguente interruzione della fornitura idrica e rottura di contatori idrici. A seguito di ciò i due contact center di ABC sono stati inondati di telefonate di utentiTale situazione ha reso estremamente difficoltoso ricevere e gestire le segnalazioni degli utenti per attività di pronto intervento. Tutte le squadre disponibili sono all’opera. Si precisa che il congelamento non ha creato alcun problema alla rete idrica gestita da ABC ma ha determinato anomalie solo gli impianti privati particolarmente esposti alle basse temperature. Visto che anche nelle prossime giornate sono previste temperature inferiori allo zero termico si invitano i cittadini, in caso di mancanza di acqua, a riscaldare le tubazioni esterne prossime ai contatori oppure in maniera preventiva, anche se deprecabile dal punto di vista ambientale, tenere aperti i rubinetti, soprattutto nelle ore notturne, limitando le chiamate ai centralini ai casi di guasti, rottura o allagamento”.