Mappatella Beach, de Magistris: “Non siamo in grado di garantire sicurezza e soccorso immediato”

Ai margini della conferenza stampa sui contenuti del Capodanno 2014, il primo cittadino, Luigi de Magistris, su domanda in merito alla morte del piccolo Ivan Iazzetta, deceduto dopo un tuffo a Mappatella Beach, sottolinea che “non è competenza del Sindaco la sicurezza sulla spiaggia pubblica e che, al momento, per quanti sforzi si possano fare, l’amministrazione non è in grado di garantire sicurezza  e soccorsi immediati nel lungo periodo”, e non solo per le aree balneari del centro città  o considerate tali dai bagnanti anche se vi sono cartelli di avviso che indicano i limiti di sicurezza.

Il problema del soccorso immediato e della presenza di un bagnino per questioni di sicurezza riguarda tutte le aree di spiaggia pubblica. Si parte da San Giovanni a Teduccio con la Spiaggia di Vigliena si passa per Mappatella Beach e si arriva a Bagnoli.

“Che occorra una maggiore prevenzione, lo diciamo sempre” – specifica il Sindaco e aggiunge: “Il tema è complessivamente della sicurezza che investe tutti e in qualsiasi ambito e il tema della garanzia dei bagnini da San Giovanni a Bagnoli, al momento non è nell’ordine naturale delle cose e nè compete al Sindaco di Napoli la sicurezza dei lidi pubblici. Noi dobbiamo garantire servizi di nostra competenza, altri non li garantiamo”.