Emergenza rifiuti a Pianura: cumuli di rifiuti ovunque e cattivo odore che attira un gran numero di ratti

Lo spettro dell’emergenza rifiuti comincia ad aleggiare nel popoloso quartiere di Pianura. L’estate sembra essere finalmente arrivata e non ha fatto altro che accentuare un problema che, in questa zona, è particolarmente sentito. Il gran caldo di questi ultimi giorni ha reso l’aria irrespirabile, oltre ad aver attirato un gran numero di topi che bagordano allegramente in mezzo ai sacchetti abbandonati.

Non solo sacchetti di rifiuti urbani, però, vengono sversati sul territorio. Camminando per le strade del quartiere si può facilmente capire come determinate zone siano state adibite a vera e propria discarica a cielo aperto. Particolarmente grave la situazione di via Vicinale dei Monti dove, a qualsiasi ora del giorno e della notte, i pianuresi sono soliti abbandonare i loro rifiuti.

Il risultato di questo scempio è sotto gli occhi di tutti. I cumuli crescono sempre più, fino al punto da impedire il transito ai pedoni. Giorni e giorni di rifiuti accumulati che, a intervalli regolari, chiedono l’intervento dei famigerati “bobcat” di Asia. L’intervento dei bobcat non è indicato per lo spazzamento delle strade. Dopo l’intervento di questi bestioni, infatti, i marciapiedi sono letteralmente sbriciolati.

Il danno che si aggiunge alla beffa, quindi, per un quartiere che all’epoca dell’emergenza rifiuti di berlusconiana memoria è stato in prima linea nella lotta alle discariche sul territorio. Un amaro epilogo per quanti hanno lottato per impedire che sul territorio venissero sversati i rifiuti provenienti dal resto della città.