Centro Ricerche tartarughe marine apre nel Napoletano

Centro Ricerche tartarughe marine apre nel Napoletano

Nursery per i cuccioli, ospedale dove curare animali feriti, laboratori per la ricerca: è il Centro Ricerche Tartarughe Marine che apre a Portici

E’ dotato di una nursery per i cuccioli, un ospedale dove curare gli animali feriti, laboratori per la ricerca e una esposizione didattica: è il Centro Ricerche Tartarughe Marine più grande del Mediterraneo che apre domani in Italia. Il centro è stato realizzato dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn, con il contributo della Regione Campania. Si trova a Portici (in provincia di Napoli), nello storico complesso che fu Macello Borbonico, messo a disposizione gratuita dal comune.

 

Centro Ricerche Tartarughe Marine: nursey, ospedale e laboratori di ricerca

Costato oltre 1,3 milioni di euro (per attrezzature scientifiche e le vasche), il centro raccoglie l’eredità del Turtle Point di Bagnoli, chiuso nel 2014. “I nostri ricercatori si sono formati presso il più grande centro tartarughe del mondo, il Loggerheads Marinelife Center in Florida, e il centro potrà ospitare fino a 100 tartarughe all’anno tra piccoli e adulti“, ha detto all’ANSA, il presidente della Stazione Zoologica Anton Dohrn, Roberto Danovaro.