Vaccino, secondo l’Asl “omosessuali categoria con comportamenti a rischio”

La gaffe dell’Asl secondo cui gli omosessuali sarebbero da considerare “soggetti con comportamenti a rischio come tossicodipendenti e soggetti dediti alla prostituzione”

La gaffe dell’Asl secondo cui gli omosessuali sarebbero da considerare “soggetti con comportamenti a rischio come tossicodipendenti e soggetti dediti alla prostituzione”

Mi scuso per l’errore con la comunità Rainbow ligure“. Lo ha detto il direttore generale dell’Asl5 Paolo Cavagnaro, contattato dall’ANSA. Il numero uno dell’azienda sanitaria spezzina ha così risposto alla richiesta di spiegazioni sul modulo per le vaccinazioni Covid, nel quale si equiparavano omosessualità, prostituzione e tossicodipendenza alle “categorie a rischio“.

Nei moduli predisposti dall’Asl 5 spezzina per accedere alla vaccinazione anti Covid gli omosessuali sono considerati “soggetti con comportamenti a rischio come tossicodipendenti e soggetti dediti alla prostituzione”. Lo denuncia il capogruppo in Consiglio regionale della Liguria Ferruccio Sansa (Lista Sansa) via Fb. “Nel documento vengono elencate 30 categorie di soggetti con comportamenti a rischio, al punto numero 10, sono stati inseriti anche gli omosessuali“, spiega Sansa. “Chiediamo alla Regione Liguria, all’Agenzia ligure della sanità (Alisa) e all’Asl5 come sia stato possibile ciò“, conclude Sansa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *