martedì, Settembre 28, 2021
HomeArticoliTragedia mancata a Fuorigrotta

Tragedia mancata a Fuorigrotta

Tragedia mancata a FuorigrottaNon è un’esagerazione giornalistica né un tentativo di avere visibilità mediatica ma semplicemente la verità dei fatti: oggi pomeriggio in viale Augusto a Fuorigrotta, in uno dei quartieri centrali di Napoli, si è sfiorata una tragedia. Un albero è caduto e per fortuna non ci sono state vittime né conseguenze di rilievo. Un auto è stata centrata in pieno: l’abitacolo era vuoto. Il troncone si è riversato sulla carreggiata di transito e sulla pista ciclabile, deserta in quel momento.

A chi addebitare l’accaduto? Alla ordinaria manutenzione che non viene eseguita a dovere, alla X Municipalità per niente incisiva, all’ amministrazione comunale poco vigile o al vento che non soffiava? Ai cittadini non interessa il rimpallo di competenze e responsabilità ma la sicurezza stradale, il transitare senza affanni, il non incappare in buche e rompersi qualche arto, con conseguenti e giuste cause di risarcimento, che incidono sulle dissestate finanze locali.

Non regge più la scusa o la presunta giustificazione che le risorse sono state tagliate dal governo centrale: occorrerebbe ridurre realmente gli sprechi pubblici, limitare emolumenti di dirigenti e decisori pubblici e destinare i fondi demaniali (che ci sono ma vengono dirottati altrove) per opere di pubblica utilità. Il bene comune tanto invocato e mai praticato risulta essere chimerico, oggetto di studio nelle aule universitarie e spunto di riflessione nelle omelie dei parroci.

Fuorigrotta, un quartiere dalle enormi potenzialità di sviluppo che versa in un degrado indicibile e non più sostenibile. Le istituzioni di vario livello dovrebbero intervenire quanto prima, almeno assicurando l’ordinaria amministrazione e garantendo servizi funzionali per tutti.

Diego Scarpitti

Tragedia mancata a Fuorigrotta
Redazione web
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI