venerdì, Luglio 1, 2022
HomeCulturaThe Spark Hub, inaugurazione mostra "Secret Poetry"

The Spark Hub, inaugurazione mostra “Secret Poetry”

The Spark Hub presenta Secret Poetry, doppia personale delle artiste Bruna e Martina Troise, a cura e con testo critico di Diana Gianquitto.

The Spark Hub è lieta di presentare Secret Poetry, doppia personale delle artiste Bruna e Martina Troise, a cura e con testo critico di Diana Gianquitto.

In mostra, numerose opere di piccolo formato, tra cui molte di produzione nuova o recente.

Un dialogo a due tra autrici gemelle che hanno reso l’illustrazione delicata e incisiva espressività, in cui, svelando la segreta poesia di ogni istante, si disegna non solo la personalità creativa di ciascuna, ma si condivide anche col fruitore il senso del legame d’arte e affetti tra le sorelle.

Invitate dal curatore, in dialogo empatico e artistico, ad adottare ognuna nel proprio spazio espositivo un’opera dell’altra come sua presenza interiore, accompagnandola con parole di risonanza emotiva, esposte come opere tra le opere.

E inoltre, esortate a ideare insieme un’opera d’arte in creazione condivisa, che sarà anche il primissimo episodio e l’occasione per presentare il progetto di multipli d’artista Art Sparks, ideato e curato dal critico d’arte Diana Gianquitto per The Spark Hub.

INAUGURAZIONE MOSTRA + PRESENTAZIONE PROGETTO ART SPARKS

SECRET POETRY” – mostra di Bruna e Martina Troise

A cura e con testo critico di Diana Gianquitto

ART SPARKS” – PROGETTO DI MULTIPLI D’ARTISTA

Ideato e curato da Diana Gianquitto per The Spark Hub

 GIOVEDÌ 16 DICEMBRE

ORE 19.00

THE SPARK HUB

PIAZZA BOVIO 33

80133 NAPOLI

La mostra resterà visitabile fino al 20 Febbraio 2022

Orari di apertura:

LUN-SAB 10,00-20,00

TESTO CRITICO DELLA MOSTRA

Secret Poetry:

Bruna e Martina Troise

di Diana Gianquitto

Un salto a cuori uniti nei sogni.

No, meglio, nel sogno di vivere. L’incanto dolceamaro della tua vita è musica più ipnotica di ogni fuga, se sintonizzi occhi e battiti sulle radici profonde che la legano a ogni essere.

Cosparse di un pizzico di malia iridescente e onirica di Chagall e della stregata intensità delle xilografie medievali ed espressionistiche con Bruna Troise, o spolverate dei ritmi strutturali e cromatici di Mirò, e di preziosismi da broderie Liberty con Martina Troise, le visioni di Secret Poetry illustrano il mondo e i giorni, non le favole.

Vissuti camminati con tale sensibilità da risultare magia – direbbe Adorno – liberata dalla menzogna di essere verità.

E così, nei colori piatti e segno grafico immediato, con silhouettes ritagliate da fondi protagonisti quanto i personaggi, o in ricami delicati, transitanti oltre i contorni tra forma e astrazione autogenerativa, Martina riannoda i fili dell’anima a contesti e atmosfere naturali, mostrando come in olistico contatto col Cosmo tutti “siamo come siamo”, al di là di ogni stereotipo e modello eterodiretto straniante.

Nei suoi neri preziosi, luccicanti di intensità senza cupezza, che librano e liberano anche gli aromi sofferti sulle ali di una forza e volontà concrete quanto immaginifiche, Bruna tratteggia e scolpisce, più materica, stratificazioni di segni e impasti come riflessioni.

Che gridano sussurranti “non ingabbiate il mio cuore”, ma trovano per esso posizione e dialogo, nelle luci ritrovate dell’identità liberata.

E la musica della segreta poesia del mondo si fa udibile, e si canta a due voci, e due cuori uniti, dunque: quelli connessi, quantisticamente, con l’energia misteriosa di un legame costante, tra due artiste gemelle. Diverse, ma risuonanti l’una con e nell’altra, accordate su geni e memorie comuni.

Che Martina e Bruna scelgono di condividere con noi. Con un multiplo d’arte generato insieme, in staffetta creativa di stimoli e risposte. Ma anche adottando ciascuna nel proprio spazio espositivo una visione dell’altra, come sua presenza interiore sempre pulsante, e dedicandole parole dall’anima, come opera sull’opera.

In quell’armonia che fa arte ogni giorno meglio dei sogni, e che si spalanca dal meraviglioso vibrare insieme, e insieme col mondo. Se solo trovi il coraggio di saltarci dentro a piedi, e cuori, uniti.

 

NOTA CRITICA SUL PROGETTO ART SPARKS

ART SPARKS: UNA SCINTILLA D’ARTE PER TUTTI!

progetto a cura di Diana Gianquitto per The Spark Hub

Art Sparks è un progetto curatoriale, espositivo, di divulgazione e di rigenerazione creativa del critico d’arte Diana Gianquitto – in collaborazione con The Spark Hub – che vuole accendere l’arte nelle vite di tutti!

Multipli d’arte d’autore, come scintille creative, rendono accessibile e democratica l’arte per ciascuno, inverando il sogno del Bauhaus e ingenerando un nuovo modo di vivere e fruire l’arte nel quotidiano: nei giorni, nei sogni, nei passi di ogni istante.

I multipli d’arte Art Sparks sono appositamente concepiti per The Spark Hub e prodotti on demand nel suo laboratorio, e nascono da un dialogo curatoriale che abbina ogni multiplo a un progetto espositivo e a eventi di didattica dell’arte a cura di Diana Gianquitto, per innescare nuove sfide e soglie sia ai creatori che ai fruitori.

Art Sparks connette arte e design, artisti e pubblico, annoda fili e fa sistema col territorio e il mondo… ma soprattutto, fa scintillare d’arte la vita!

Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI