lunedì, Maggio 17, 2021
HomeCronacaPregiudicato di Torre del Greco: "Voglio tornare in galera, non sopporto la...

Pregiudicato di Torre del Greco: “Voglio tornare in galera, non sopporto la mia compagna”

La convivenza è difficile per tutti, vivere sotto lo stesso tetto per 24 ore con un’altra persona non è sempre facile. E quando questa persona è la tua compagna, dove andare? Da un amico? Dai genitori? Albergo? Altra casa? Le soluzioni diciamo che non mancano per fuggire, ma quando si è agli arresti domiciliari? E’ la domanda che si è posta un pregiudicato di Torre del Greco, che stanco della convivenza forzata con la compagna, causa arresti domiciliari, ha chiesto ai giudici: “Voglio tornare in galera”.

“Voglio tornare in galera, arrestatemi”

Il 50 enne pregiudicato di Torre de Greco, ha così deciso di scappare dagli arresti domiciliari, girovagando per l’Italia, con l’obiettivo di farsi acciuffare e rispedire dentro. Solo che, dopo essersi reso conto che forse ci avrebbero messo del tempo prima di catturarlo, l’uomo, di sua spontanea volontà si è recato dai carabinieri della stazione capoluogo di Torre del Greco, agli ordini del maggiore Michele De Rosa e del comandante Vincenzo Amitrano, esclamando “Voglio tornare in galera”. Ora toccherà al giudice decidere se rispedire il 50 enne in carcere o fargli scontare la pena sempre ai domiciliari.

Pregiudicato di Torre del Greco: "Voglio tornare in galera, non sopporto la mia compagna"
Francesco Healy
Ho sempre odiato, sin dalla nascita, le bugie e le ingiustizie, dunque da grande avevo solo due strade da poter percorrere, quella del detective o del giornalista, ho scelto la seconda e il potere della penna, da sempre affascinato da tale professione.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI