Infermiere suicida in ospedale, è accaduto nell'Avellinese: corpo trovato nei bagni da collega

Napoli: mamma e figlio rom investiti da una “pioggia” di acido

Acido caduto giù da un balcone, la polizia sta investigando

di Redazione

Un terribile episodio è accaduto questa mattina in via Andrea Doria all’altezza del civico 22, nel quartiere di Fuorigrotta. Stando ad una prima ricostruzione effettuata dalla polizia una donna unitamente al suo figlioletto di appena due anni di nazionalità rom, sarebbero stati investiti da una “pioggia” di acqua ed acido.
Dalle ustioni riportate sembrerebbe che qualcuno dall’alto abbia gettato, accidentalmente o volontariamente, il composto nella loro direzione. Immediatamente è stato avvertito il 118 che ha condotto il piccolo all’ospedale pediatrico Santobono.

Il bimbo presenta ustioni di grado lieve e poco estese al cranio, in viso e agli arti superiori, guaribili in 20 giorni circa. I sanitari hanno disposto il ricovero per motivi precauzionali. Ferita lievemente anche la madre che rifiuta le cure prima di essere certa delle condizioni di salute del figlio. Gli inquirenti intanto stanno cercando di risalire all’autore del terribile gesto, accaduto intorno alle ore 10:20 e la felpa del piccolo, bruciata dall’acido è nelle mani della polizia per favorire gli accertamenti del caso.

Intanto l’assessore al Welfare del comune di Napoli, Roberta Gaeta, che si sta interessando in prima persona del ferimento del piccolo rom ha dichiarato: “spero che le indagini riescano ad individuare il responsabile di tale episodio tanto grave quanto raccapricciante. Esprimo a nome dell’Amministrazione e mia personale, piena solidarietà alla piccola vittima e alla famiglia. Napoli città solidale e dei bambini è indignata ed auspica che mai più abbiamo a ripetersi tali episodi”.

16 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.