“Napoli Città Libro”, Luis Sepulveda padrino d’eccezione dell’evento

Lo scrittore cileno il 13 febbraio a Palazzo Zevallos terrà una conversazione sul valore della lettura.

“Napoli Città Libro” è il nuovo capitolo di una eterna storia d’amore che si basa sul sentimento comune che coinvolge gli appassionati di letteratura del Mezzogiorno e non solo. Si tratta di un amore mai realmente assopito, ma che necessita di un fuoco nuovo che possa farlo ribollire ancora, tramite l’organizzazione di eventi e il coinvolgimento di personaggi di spessore nazionale e internazionale del mondo dell’editoria.

L’idea di “Napoli Città Libro” è quella di scrivere nuove pagine indimenticabili che rendano l’esperienza della lettura un patrimonio comune. L’obiettivo è quello di raccontare, tutti assieme, una storia che coinvolga Napoli e i suoi lettori, in un bellissimo gioco di scambi in cui ogni vicolo, paesaggio, colore, suono e profumo possa assumere una carica narrativa tutta nuova.

Si dedicherà alla transizione di quest’epoca la terza edizione di “NapoliCittàLibro”, il salone del libro e dell’editoria di Napoli organizzato dall’associazione Guida alla cultura presieduta da Diego Guida. L’edizione 2020 sarà ospitata dalla Stazione Marittima da giovedì 2 a domenica 5 aprile.

L’evento avrà un “padrino” d’eccezione: Luis Sepùlveda. Che il 13 febbraio a Palazzo Zevallos terrà una conversazione sul valore della lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *