Festeggiamenti Coppa Italia, Napoli bloccato in stazione fino alle 4

In migliaia in strada e azzurri “liberi” a tarda notte

In migliaia in strada e azzurri “liberi” a tarda notte

Notte di entusiasmo, passione e assembramenti quella di Napoli. Capannelli di tifosi in tutta la città, dal centro al Vomero, dallo stadio San Paolo a Piazza Garibaldi, stazione centrale, dove la squadra era attesa intorno alle 2. Il Frecciarossa – con a bordo i giocatori e naturalmente la Coppa – ha lasciato Roma alle 0.40 ed in tantissimi si sono recati alla stazione centrale per accogliere la squadra. La situazione è apparsa sin da subito problematica e per motivi di sicurezza si è deciso di far fermare il treno nella stazione di Afragola. La voce, però, si è diffusa intorno all’1 e moltissimi appassionati si sono spostati in tutta fretta per non perdersi il rientro di capitan Lorenzo Insigne e di tutta la squadra.

I taxi che avrebbero dovuto riaccompagnare i giocatori a casa sono stati bloccati all’interno della stazione. Il treno, secondo la ricostruzione della pagina online di Repubblica Napoli, arrivato alle 2.15, è così ripartito per Piazza Garibaldi, dove nel frattempo è arrivata la Polizia in assetto anti-sommossa per proteggere il pullman del Napoli. Ma all’esterno della stazione centrale c’erano troppe persone e quindi alle 3.30 il Frecciarossa è ritornato ad Afragola, dove nel frattempo le forze dell’Ordine sono riuscite a creare un cordone di sicurezza per consentire ai calciatori di rientrare a casa. Alle 3.37 sono apparsi i campioni del Napoli che hanno voluto salutare i 4mila appassionati assiepati all’esterno della stazione. Cori contro la Juve, l’immancabile ‘Un giorno all’improvviso‘ e applausi per Rino Gattuso che è stato l’ultimo ad uscire alle 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *