Colpi di arma da fuoco contro la sede della Fondazione Famiglia di Maria

Colpi di arma da fuoco contro la sede della Fondazione Famiglia di Maria a San Giovanni a Teduccio, quartiere della periferia di Napoli. Individuati due fori sul portone di ingresso

Colpi di arma da fuoco contro la sede della Fondazione Famiglia di Maria a San Giovanni a Teduccio, quartiere della periferia di Napoli. Individuati due fori sul portone di ingresso

Colpi di arma da fuoco contro la sede della Fondazione Famiglia di Maria a San Giovanni a Teduccio, quartiere della periferia di Napoli. Secondo quanto conferma la Polizia di Stato, due fori sono stati individuati sul portone di ingresso. Due notti fa, secondo quanto si apprende, almeno una persona armata, in sella a una moto, ha fatto fuoco contro la sede dell’associazione, in via Aprea, che nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, area orientale di Napoli, si occupa del recupero di ragazzi di strada e propone numerose iniziative culturali. Quel territorio da tempo e’ attraversato dalle fibrillazioni del clan Mazzarella in lotta con il rivale clan Rinaldi. Indaga la Polizia.

 

Fondazione Famiglia di Maria, l’incontro del presidente della Repubblica con le mamme del quartiere

La presidente della Fondazione, Anna Riccardi, all’indomani dell’agguato, il 9 aprile, nel Rione Villa che fu messo in atto davanti ad un bimbo di soli 4 anni – fu ucciso il nonno Luigi Mignano – si fece promotrice di una lettera-appello al Capo dello Stato, Sergio Mattarella, in cui si chiedeva una maggiore presenza dello Stato nel rione Villa. Il presidente della Repubblica lo scorso 13 aprile incontrò sia le mamme del quartiere che la stessa Riccardi. La Fondazione che in passato ha ricevuto anche la visita del presidente della Camera, Roberto Fico, offre una serie di servizi e di attività di laboratorio per circa 150 ragazzi del rione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *