Addio a Valerio “Spalletella” Basile, in prima linea nella lotta contro discariche e inceneritori

Lutto nel mondo dei comitati antidiscarica: il giovane 28enne Valerio Basile si è tolto la vita nella sua abitazione di Mugnano. Ancora oscuri i motivi del gesto estremo. Nessuno se lo aspettava

Lutto a Mugnano e nell’ambiente dei comitati anti-discarica dell’area nord di Napoli. Valerio Basile, 28enne meglio noto come “Spalletella”, da anni attivista nella lotta dei comitati contro discariche e inceneritori, si è tolto la vita nella sua abitazione di Mugnano, dove risiedeva da qualche tempo.

Le lotte e l’impegno nei comitati antidiscarica di Mugnano, Marano e Chiaiano

Originario di Marano, il giovane aveva da sempre un ruolo attivo nella battaglia dei comitati antidiscarica di Marano, Mugnano e Chiaiano. Aveva partecipato alle lotte contro l’apertura della discarica di Chiaiano, nel 2008, ed era sceso nuovamente in campo negli ultimi mesi, quando l’eventualità della realizzazione di una nuova discarica nelle cave di Chiaiano, unita alle indagini sulla discarica non a norma di cava del Poligono – Cupa del Cane, oggetto di infiltrazioni camorristiche del clan dei casalesi, aveva spinto i comitati sul piede di guerra.

Un suicidio che ha lasciato tutti di stucco: perché questo gesto estremo?

La notizia del suo suicidio ha lasciato di stucco tutti i suoi amici di sempre, gli attivisti del centro sociale Insurgencia in cui Valerio “militava” da anni, e gli amici del comitato antidiscarica. Ancora oscuri i motivi del gesto. A dare l’allarme sono stati i genitori, preoccupati perché il figlio non rispondeva al cellulare. Poi, la terribile scoperta, il gesto estremo che nessuno si aspettava e che ha colto tutti di sorpresa. Le esequie si svolgeranno questo pomeriggio alle 16,30, nella parrocchia san Castrese, a Marano.