Fabio Serino

Video-Intervista all’artista di strada Fabio Serino, giovedì 13 dicembre al Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli

L’artista di strada Fabio Serino il prossimo giovedì 13 dicembre sarà al Nuovo Teatro San Carluccio di Napoli. Noi di RoadTv l’abbiamo intervistato presso l’Hotel NapoliMia, dove ci ha raccontato la sua carriera da cantautore.

Fabio Serino

Nato a Napoli nel 1982, la musica entra dentro di lui fin da quando ero ragazzino, incominciando a scrivere molto presto, con la voglia di esprimersi e sentirsi libero attraverso la musica. Partecipa a vari festival, tra cui “Italiani nel Mondo” Edizione 2002, dove vincendo ha avuto l’occasione di fare una tournée nei teatri in giro per il mondo. Guadagna il terzo posto, più il premio della critica per il testo migliore al Festival di Napoli 2003. Gareggia al Festival “L’ Italia che canta” nel 2006 raggiungendo il premio della critica per il miglior arrangiamento. Ottiene ancora il premio per il miglior compositore al “Festival 29settembre” e nel 2009 quello per il miglior inedito al”Festival Show”.  Studiato pianoforte al conservatorio di Musica di San Pietro a Majella a Napoli e autodidatta per la chitarra che oggi è il suo strumento preferito.

Iscritto alla Siae dal 2000 come autore e compositore di circa cento brani in lingua nazionale e napoletana. Nel 2018 Pubblica il suo primo disco intitolato “Chest’è Napule”composto da otto canzoni d’autore. Negli ultimi due anni prova l’esperienza dell’artista di strada a Napoli dove si esibisce con le canzoni della tradizione partenopea riscuotendo, con immensa gioia, un discreto consenso popolare, cosa che gli ha dato una grande visibilità nella sua città. “Quella dell’arte in strada è una forma di espressione musicale unica da me molto amata, formativa, che mi ha molto arricchito come persona e come artista”, dice Fabio. “E se qualcuno mi chiede se son figlio d’ arte – continua – simpaticamente rispondo “L’ Arte e figlia a me”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *