uccide la madre

Litiga con la madre 70enne e poi la uccide: l’agghiacciante confessione a telefono

L’uomo ha confessato subito la verità in una telefonata fatta allo zio: ho fatto una cazzata.

Uccide la madre a mani nude, sbattendole la faccia a terra: è quanto accaduto ad Orta di Atella nel Casertano nell’ambito di una tragedia familiare.

Uccide la madre sbattendole più volte la faccia a terra, poi telefona allo zio e confessa: “Ho fatto una cazzata”. E’ successo a Orta di Atella, in provincia di Caserta. Dove i carabinieri hanno fermato un 40enne.

I militari dell’Arma sono stati allertati dalla moglie dello zio che ha ricevuto la telefonata. Giunti sul posto, all’interno dell’abitazione hanno trovato il 40enne in stato di agitazione e coperto da macchie di sangue. Mentre la donna, 70 anni, era già senza vita, a terra e con il volto tumefatto e insanguinato.

L’uomo era già stato denunciato, ma il provvedimento di allontanamento era stato revocato a settembre

Secondo quanto si è appreso, a luglio scorso, l’uomo era stato sottoposto a un provvedimento cautelare di allontanamento dalla casa familiare a seguito della denuncia della donna di ripetuti maltrattamenti. Il provvedimento è stato revocato a settembre, a seguito della conferma da parte della madre di non aver più subito aggressioni da parte del figlio che era così tornato ad abitare insieme a lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *