Picasso approda a Napoli con il suo Arlecchino

Picasso approda a Napoli con il suo Arlecchino

In cambio dell’Arlecchino con specchio di Picasso Palazzo Zevallos manderà in prestito a Madrid il suo quadro più importante, il “Martirio di Sant’Orsola”.

L’“Arlecchino con specchio” di Pablo Picasso sarà presto a Napoli.

In occasione dell’iniziativa “Ospite illustre”, l’opera arriverà il 17 giugno nella città di Partenope, presso il Palazzo Zevallos di Stigliano e vi resterà fino all’11 settembre

Picasso: un ospite illustre

L’Arlecchino di Picasso fu realizzato con olio su tela dal celeberrimo artista nel 1923 ed è solitamente conservato a Madrid nel Museo Thyssen-Bornemisza, che lo ha prestato, per l’estate, alla collezione di Intesa Sanpaolo.

Il dipinto appartiene alla serie dei grandi “Arlecchini seduti” realizzata quando, dopo il viaggio in Italia del 1917, Picasso ritorna alla figura e a un interesse per l’antico e la tradizione classica, è il cosiddetto “ritorno all’ordine”. Proprio il viaggio in Italia è stato per il pittore fonte di ispirazione,la ponderata misura di questa immagine, che sprigiona malinconia e tenerezza, deriva dal confronto di Picasso con le antiche pitture romane, ammirate a Pompei.

Dopo il Ritratto d’Uomo di Antonello da Messina, questo è il secondo appuntamento con un “Ospite illustre”. In cambio dell’Arlecchino Palazzo Zevallos manderà in prestito il suo quadro più importante, il “Martirio di Sant’Orsola”, dipinto dal Caravaggio nel 1610. L’opera sarà uno dei quadri protagonisti della mostra “Caravaggio y los pintores del Norte” che si terrà a Madrid da martedì 21 giugno a domenica 18 settembre.

Gli orari per visitare il Palazzo Zevallos di Stigliano sono: dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00 e il sabato e la domenica fino alle 20.00.