Parco archeologico di Cuma: scoperta tomba le cui pitture immortalano un banchetto

Una tomba dipinta datata al II secolo a.C. conservata e le cui pitture immortalano una scena di banchetto. È l’ultima scoperta al Parco archeologico di Cuma

Una tomba dipinta datata al II secolo a.C., eccezionalmente conservata e le cui pitture immortalano una scena di banchetto. È l’ultima scoperta di Priscilla Munzi, ricercatrice del Centre Jean Bérard (CNRS – École française de Rome) e Jean-Pierre Brun, professore del Collège de France, che dal 2001 lavorano con la loro équipe per riportare alla luce l’antica necropoli di Cuma, città a ovest di Napoli sulla costa tirrenica di fronte all’isola di Ischia e all’interno dell’attuale Parco archeologico dei Campi Flegrei.

 

Parco archeologico di Cuma: l’ultima scoperta dell’équipe francese

Il Parco Archeologico dei Campi Flegrei sostiene in forma sistematica la ricerca, con particolare riguardo a quella internazionale – ha commentato il direttore Paolo Giulierinie considera il rapporto con il Centro Jean Bérard una collaborazione di altissimo profilo. La scoperta, che arricchirà il museo e il Parco, è in primo luogo fonte di grande progresso scientifico e storico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *