Napoli: la lunga strada verso la finale

Il terremoto non ferma il Napoli che oggi si giocherà gli ottavi di Europa League contro lo Swansea. Benitez ed i suoi sognano la finale allo Juventus Stadium.

Terrremoto avvertito vicino Swansea, la partita però si giocherà.

di Nicola Rossi

Trema la terra del Galles. Un terremoto di magnitudo 4.3 si è manifestato oggi alle 13.21; l’epicentro a 5 chilometri di profondità, è stato localizzato a 35 chilometri da Swansea.  Non sono stati registrati danni nè a persone nè agli edifici. La scossa, infatti, non è stata avvertita nè dagli abitanti nè dagli azzurri. Quindi, nonostante tutto, il match si giocherà e si spera in una grande serata di calcio. Tutta la città di Napoli lo spera. Benitez ed i suoi tengono molto a questa competizione e pensare di arrivare in finale non è certo utopia.

Gli stimoli ci sono, la voglia pure. Il Napoli è sicuramente una delle favorite per la finale, ma bisogna rimanere con i piedi per terra. Il tecnico spagnolo lo sa. Le coppe sono il suo “pane quotidiano”. Le ha giocate e vinte tante. E’ un maestro in questo. Sarebbe un sogno per la città partenopea rivivere quei magici momenti quando Maradona alzava al cielo l’ultima Coppa Uefa, ormai tantissimi anni fa. E’ passato tanto tempo è vero, ma quei giorni possono ritornare. La finale poi, avrebbe un sapore ancor più speciale perché si svolgerà a Torino, allo Juventus Stadium e vincere là, in quello stadio, per Napoli ed il Napoli sarebbe gioia allo stato puro. Pensare poi una finale stesso con la Juventus sarebbe da infarto.

L’occasione è ghiotta ma la lunga strada verso la finale è fatta di tante insidie, la prima si chiama Swansea.

20 Febbraio 2014