Luigi de Magistris annuncia una rivoluzione toponomastica

Nel giorno della memoria, contro leggi razziali e la Shoah, il sindaco De Magistris ha annunciato la rivoluzione toponomastica

Nel giorno della memoria, contro leggi razziali e la Shoah, il sindaco De Magistris ha annunciato la rivoluzione toponomastica: cambierà nome a piazzale Tecchio, che si chiamerà piazzale Ascarelli ed al corso Vittorio Emanuele III che diventerà corso Salvatore Morelli (da non confondersi con Domenico Morelli, pittore, uno dei più importanti artisti napoletani del XIX sec cui è già stata dedicata una strada).

 

Luigi de Magistris: “Per non dimenticare mai”

Piazzale Vincenzo Tecchio, l’ex segretario provinciale del partito nazionale fascista, si chiamerà Piazza Ascarelli. Il mio annuncio nel giorno in cui ricordiamo Luciana Pacifici una delle più piccole vittime della ferocia nazista, morta ad Auschwitz. Anche via Vittorio Emanuele III, che promulgò le leggi razziali, cambierà nome in Via Salvatore Morelli. Per non dimenticare, mai“. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

Bisogna ricordare, approfondire, raccontare perché quanto accaduto nel Novecento non si ripeta mai più e bisogna farlo ancor di più in questo momento in cui in modo grave, scellerato, immorale e irresponsabile chi si candida a guidare importanti istituzioni del Paese utilizza il termine ‘razza’ in modo spregevole” ha ancora affermato l’ex pm in occasione della celebrazione che si è svolta al Borgo Orefici per ricordare la piccola Luciana, bimba ebrea napoletana morta a pochi mesi di vita.

1 thought on “Luigi de Magistris annuncia una rivoluzione toponomastica

  1. Iniziate la battaglia per trasformare l’attuale piazza Garibaldi (farabutto prezzolato dei due mondi) in piazza Eduardo de Filippo (orgoglio di Napoli) !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *