Le pagelle della Formula1: Vettel domina il Gran Premio di Singapore

di Redazione

Sebastian Vettel dopo 61 giri sempre al comando trionfa nel Gran Premio in notturna di Singapore. Sin dal primo giro è il tedesco a dettare i tempi e per gli avversari non c’è scampo.

Classifica Gran Premio di Singapore: 

1 Sebastian Vettel Red Bull Racing Winner
2 Fernando Alonso Ferrari +32.6 secs
3 Kimi Räikkönen Lotus-Renault +43.9 secs
4 Nico Rosberg Mercedes +51.1 secs
5 Lewis Hamilton Mercedes +53.1 secs
6 Felipe Massa Ferrari +63.8 secs
7 Jenson Button McLaren-Mercedes +83.3 secs
8 Sergio Perez McLaren-Mercedes +83.8 secs
9 Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari +84.2 secs
10 Adrian Sutil Force India-Mercedes +84.6 secs
11 Pastor Maldonado Williams-Renault +88.4 secs
12 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari +97.8 secs
13 Valtteri Bottas Williams-Renault + secs
14 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari + secs
15 Mark Webber Red Bull Racing +1 Lap
16 Giedo van der Garde Caterham-Renault +1 Lap
17 Max Chilton Marussia-Cosworth +1 Lap
18 Jules Bianchi Marussia-Cosworth +1 Lap
19 Charles Pic Caterham-Renault +1 Lap
20 Paul di Resta Force India-Mercedes +7 Lap
Ret Romain Grosjean Lotus-Renault +24 Laps
Ret Daniel Ricciardo STR-Ferrari +38 Laps

 

Le Pagelle del Gran Premio di Singapore:

Sebastian Vettel: Voto 10 – Il tedesco in sella alla sua Red Bull conquista il suo 7° successo stagionale senza difficoltà, quasi fosse uno spettatore. Ora con 60 punti di vantaggio ipoteca il 4° titolo iridato consecutivo – IRRAGIUNGIBILE

Kimi Raikkonen: Voto 9 –  Dopo un pessimo week end di qualifiche, condizionato da un forte mal di schiena, il finlandese a Singapore è partito dal 13° posto in griglia. Dato per spacciato sorprende tutti con una guida perfetta ed impeccabile e riesce a centrare il podio con un terzo posto da applausi – FENOMENO

Fernando Alonso: Voto 8,5 – Lo spagnolo parte dal 7° posto e dopo una partenza spettacolare, compie una rimonta eccezionale ma la differenza tra la Ferrari e la Red Bull è notevole e il gap di 32′ da Vettel ne è la dimostrazione. Ad ogni modo il ferrarista ha detto di non arrendersi finchè non sarà la matematica a condannarlo – STOICO

Perez – Button: Voto 6,5 – La McLaren in guai finanziari non investe nello sviluppo delle due monoposto, ma i due piloti s’impegnano al massimo per rendere onore al loro team. Ovviamente i limiti sono enormi e visibili ma per la prima volta entrambi entrano nei primi dieci in classifica – EROICI

Daniel Ricciardo: Voto 6 di stima – Il pilota che il prossimo anno correrà con la Red Bull, vede il suo futuro partner di scuderia avviarsi verso un’altra vittoria facile e noiosa. Per questo motivo al 25° prova a metterlo in difficoltà e va a stamparsi contro le protezioni demolendo la sua vettura. In questo modo permette di far entrare la safety car e far ricompattare il gruppo. Gesto inutile perchè Vettel domina lo stesso – RIVOLUZIONARIO

Felipe Massa: Voto 5 – In qualifica parte davanti ad Alonso ma poi in gara si perde (come sempre) e conclude al 6° posto alle spalle delle due Mercedes (auto non certo irresistibili). Probabilmente in queste ultime gare il suo unico pensiero sarà quello di trovare una squadra per la prossima stagione – FRASTORNATO

Lewis Hamilton: Voto 3 – Dopo le dichiarazioni settimanali in cui pubblicamente rinunciava alla corsa per il titolo, continua il mondiale senza troppa gloria del pilota inglese. Lasciata la McLaren per la Mercedes il suo intento era proprio di lottare per il titolo ma forse dietro la sua scelta c’erano esclusivamente motivazioni economiche – AVARO

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *