botti illegali

La prima vittima dei botti illegali a Napoli: mano devastata dallo scoppio di un petardo

Un triste primato ad Agnano.

L’uomo è stato ricoverato all’ospedale dei Pellegrini con la speranza di salvargli la mano dopo l’esplosione: è il primo ferito per i botti illegali in città.

Si e’ registrato ad Agnano il primo ferito da botti illegali di questa fine d’anno. Lo rendono noto i Verdi riportando quanto riferito dall’associazione ‘Nessuno tocchi Ippocrate’. “La postazione 118 di Pianura – informano il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il consigliere comunale del Sole che Ride, Marco Gaudiniha caricato sul mezzo di soccorso alla stazione cumana di Agnano una persona con la mano devastata dallo scoppio di un petardo. L’equipaggio ha trasportato il ferito all’ospedale dei Pellegrini nella speranza di salvargli la mano”.

La manifestazione promossa dai Verdi della Campania

“Sabato – prosegue la nota – i Verdi della Campania promuoveranno una manifestazione di sensibilizzazione per prevenire i danni derivanti dai fuochi illegali affinche’ questo Capodanno non faccia registrare feriti o vittime della follia di sparare fuochi pericolosi. Rinnoviamo infine la nostra richiesta, gia’ formalizzata a tutti i sindaci della Campania, ad emanare ordinanze che facciano divieto di sparare botti illegali. Il Capodanno – si conclude la nota – deve essere una festa per tutti, per i bambini e anche per i nostri amici a quattro zampe”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *