Beppe Grillo: "I clandestini come i topi e la spazzatura"

La gaffe di Beppe Grillo: I clandestini come i topi e la spazzatura

Il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, attaccato dai suoi stessi followers dopo aver paragonato i clandestini ai topi e alla spazzatura su Twitter

Beppe Grillo, si sa, non è di certo nuovo ad attacchi diretti e decisi. Non è mai stato famoso per utilizzare metafore o giri di parole. E in alcuni casi, quando si è così, si può anche rischiare di scivolare su di una gaffe.

 

Il commento di Beppe Grillo ha scatenato molti commenti negativi su Twitter

Ed è proprio ciò che è capitato al leader del Movimento 5 Stelle, che oggi, in uno dei suoi attacchi a Ignazio Marino, sindaco di Roma, ha scritto sul suo profilo del social network Twitter: “Elezioni per Roma il prima possibile! Prima che la città venga sommersa dai topi, dalla spazzatura e dai clandestini”. Un accostamento, quello tra i clandestini, i topi e la spazzatura, che non è passato di certo inosservato. Grillo, infatti, si è ritrovato molti commenti negativi di chi avrebbe di certo evitato un paragone del genere tra esseri umani e la spazzatura.

 

Beppe Grillo: "I clandestini come i topi e la spazzatura"