I Bastardi di Pizzofalcone 2: al via le riprese, il cast arriva sul set (Foto)

Le riprese della seconda stagione de “I Bastardi di Pizzofalcone”  sono iniziate e la fiction arriverà sul piccolo schermo nel corso della prossima stagione televisiva. Le riprese andranno infatti avanti fino ad aprile 2018 e si svolgeranno tra Napoli e Roma. Dopo l’approvazione della Convenzione tra il Comune di Napoli e la Clemart, società di produzione della serie “I Bastardi di Pizzofalcone”, la fiction è quindi pronta a dare vita a nuove storie da raccontare, nuovi casi da risolvere e nuove emozioni per i fan della fiction.

Prime immagini dal set de “I Bastardi di Pizzofalcone 2”

Sono quindi iniziate le riprese della nuova stagione de “I Bastardi di Pizzofalcone”, con la regia di Alessandro D’Alatri e il cast interamente confermato. Torneranno quindi Alessandro Gassmann, Carolina Crescentini, Massimiliano Gallo, Antonio Folletto, Tosca D’Aquino, Simona Tabasco, Gianfelice Imparato e Serena Iansiti. Ed è proprio il cast, insieme al regista Alessandro D’Alatri, a portare i fan sul set della seconda stagione de “I Bastardi di Pizzofalcone“.

Napoli. #ibastardidipizzofalcone2 @aledalatri

A post shared by Carolina Crescentini (@carolcrasher) on

Queste le prime immagini pubblicate da Carolina Crescentini sul suo profilo Instagram ufficiale. Anche Miriam Candurro è tornata sul set de “I Bastardi di Pizzofalcone” per indossare ancora una volta i panni di Giorgia. E anche dal suo profilo Instagram arriva una prima foto, con tanto di copione.

E ancora, per la seconda stagione de I Bastardi di Pizzofalcone…

Non resta quindi che attendere questa seconda stagione de “I Bastardi” le cui riprese, come anticipato, termineranno ad aprile 2018.

Laureata in 'Lettere Moderne', appassionata di Scrittura e Arte in ogni loro forma. Con il cuore diviso per il 33% a Napoli, il 33% in Sicilia, il 33% in Francia... L'altro 1% prima o poi dovrò decidermi a cercarlo...

Gabriella Monaco

Laureata in 'Lettere Moderne', appassionata di Scrittura e Arte in ogni loro forma. Con il cuore diviso per il 33% a Napoli, il 33% in Sicilia, il 33% in Francia... L'altro 1% prima o poi dovrò decidermi a cercarlo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *