empoli-napoli

Empoli-Napoli 4-2: azzurri travolti in Toscana e Champions più lontana

Il Napoli naufraga a Empoli sotto i colpi di Maccarone, Saponara e degli autogol. 4-2 il passivo e terzo posto più lontano.

Il Napoli s’impantana a Empoli compromettendo la rincorsa Champions proprio quando, per l’ennesima volta, sembrava possibile l’aggancio. In Toscana gli azzurri cedono 4-2 contro un Empoli dalla precisione chirurgica in zona gol e dal solito bel gioco messo in mostra quest’anno dai ragazzi di Sarri.

Empoli devastante.

Pronti, via e il Napoli non scende nemmeno in campo. Gli azzurri toscani sfiorano il vantaggio già dopo 30 secondi con Saponara e impiegano appena 8 minuti per trovarlo con Maccarone, che punisce la colpevole difesa ospite. Sul finire di tempo i padroni di casa ammazzano la partita, prima al 42° grazie ad un autogol di Britos e poi segnando il 3-0 con Saponara, dopo una bella azione di Croce.

La sagra dell’autogol.

Si prova a salvare il salvabile, ma anche i secondi 45 minuti sono di marca empolese. L’1-3 arriva ancora grazie ad un’autorete, di Laurini, che devia in porta il pallone dopo il salvataggio di Sepe su Hamsik. Ma l’ennesimo autogol, questa volta di Albiol, ristabilisce le distanze nel finale di una partita che non ha mai visto il Napoli pericoloso. Di Hamsik l’inutile rete del 4-2 che serve solo ad alleviare il passivo, non una sconfitta che compromette seriamente la lotta Champions degli azzurri. A cinque giornate dal termine tutto ancora può succedere, ma gli azzurri non possono permettersi più passi falsi del genere.