E’ Scudetto! Tutti i numeri della vittoria bianconera

La Juventus ha già raggiunto quota 83 punti, tre in più di quelli con cui vinse lo scudetto l’anno scorso, ma, mancando ancora tre giornate, potrebbe migliorare di gran lunga il suo score, andando anche ad intaccare alcuni record. Se la Juve dovesse fare en plein di punti arriverebbe a quota 92, superando Capello che ne fece 91 nel 2005/06 e Carver, annata 1949/50, era dei due punti, ma, se ce ne fossero stati tre a vittoria, quella Juve avrebbe totalizzato 90 punti. I gol segnati dalla Juve sono 67, uno in meno dell’anno scorso quindi altro record contiano facilmente superabile. I gol subiti sono i medesimi, 20. In questo caso non sarà semplice far rimanere la porta inviolata ancora per tre partite. Si nota inoltre di come i bianconeri siano stati molto equilibrati nel fare punti in casa e in trasferta, infatti sono 41 quelli fatti allo Juventus Stadium e 39 quelli ottenuti in trasferta. Stessa cosa dicasi per i gol segnati, 34 in casa e 32 in trasferta.

I numeri individuali della Juventus sono esaltanti per taluni giocatori, un po’ meno per altri. La Juventus fa molto gioco di squadra, tutti si sacrificano, tutti segnano, dai difensori ai centrocampisti. Ciò che comunque salta all’occhio è che nessuno degli attaccanti ha raggiunto per adesso (a tre giornate dalla fine) la doppia cifra in campionato.

Vucinic è l’attaccante con più gol all’attivo, 9, ma non è  il cannoniere della squadra, onore che va a  Vidal, centrocampista goleador, con 10 segnature. Il cileno, oltretutto, è anche il top assistman con 7 assist all’attivo. Gli altri attaccanti hanno segnato un totale di 22 gol, così distribuiti: 8 Quagliarella, 7 per Matri e 7 per Giovinco. A zero marcature Bendtner e Anelka. Proprio Giovinco ha visto un’involuzione netta rispetto ai suoi standard, l’anno scorso segnò con la maglia del Parma ben 15 gol, più della metà. Il peso delle due maglie non è certo lo stesso, c’è da dire.

Rispetto all’anno scorso la Juventus ha visto meno gol dei difensori, se, infatti, si considera Lichtsteiner ormai un centrocampista, i gol dei difensori sono solo due, uno a ciascuno per Caceres, Chiellini. L’anno scorso, invece, andarono a segno Caceres, Barzagli e De Ceglie, una volta, Bonucci e Chiellini, 2 volte, per un totale di 7 gol. Questo sempre al netto di tre partite ancora da giocare. Tornando allo svizzero che sfreccia sulla fascia destra, quest’anno è arrivato a 4 marcature, l’anno scorso furono 2. In totale lo svizzero ha segnato quasi quanto Zambrotta (7) in sette anni. Marchisio ha sofferto una lieve flessione, tre gol in meno rispetto alla scorsa stagione, 6 contro 9. Pirlo invece è migliorato, 5 contro 3 a favore di questo campionato.

Ai gol dei centrocampisti vanno aggiunti i 5 di Pogba che in un paio di occasioni (Udinese e Bologna) ha tolto le castagne dal fuoco agli uomini di Conte. I gol subiti per adesso presentano le stesse cifre, 20 gol. Quest’anno però Buffon ne ha subiti 19 rispetto ai 16 dell’anno scorso (numeri davvero impressionanti), mentre Storari quest’anno solo 1, contro il Pescara, contro i 4 subiti nel 2011/2012.

 

Michele Longobardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *