Dopo il Napoli, anche la Roma segue la moda anni ’80

La Roma, quest’anno senza sponsor tecnico, ha raggiunto un accordo con la Nike a partire dal 2014/2015.

La Roma, unica squadra imbattuta della stagione tra tutti i maggiori i campionati europei, nonché capolista fino a poche settimane fa, ha giocato finora con una maglia “unbranded” ossia priva del classico sponsor tecnico.

La scelta è derivata dal fatto che la collaborazione tra la società giallorossa e il precedente sponsor tecnico, Robe di Kappa, non è terminata proprio nel migliore dei modi, giusto per usare un eufemismo, al punto che la disputa troverà una soluzione soltanto in un’aula di tribunale.

Una volta terminata questa stagione “di passaggio” con maglie anonime e prive di guizzi creativi, che ricordano le casacche di una volta, la Roma inizierà a vestire le maglie firmate Nike, il colosso americano con il quale è stato già suggellato un accordo decennale.

In settimana sono state presentate ufficialmente le prime due maglie della Roma targate Nike, che la squadra indosserà nella prossima stagione. All’ evento hanno presenziato l’amministratore delegato della Roma, Italo Zanzi, il direttore generale Mauro Baldissoni e il capitano giallorosso Francesco Totti. “Ho ancora tanti anni per vestire questa maglia” ha dichiarato a margine della presentazione il numero 10 della Roma.

 La prima maglia 2014-15 della Roma sarà, ovviamente, rosso porpora ma senza il colletto giallorosso a Y visibile quest’anno; il bordo delle maniche e il classico “baffo” della Nike, invece, saranno di colore giallo scuro. Per quanto riguarda, invece, la seconda maglia invece la casacca sarà bianca con una banda giallorossa diagonale, ispirata agli anni ‘80 e molto di moda quest’anno in Serie A visto che Cagliari, Bologna, Parma e Napoli hanno scelto questo stile per una delle loro maglie di quest’anno.

Oltre il campo, ecco dunque la ricca novità in casa Roma.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *