bagnoli

Commissariamento Bagnoli: pronto il ricorso al Tar

Il Comune di Napoli è pronto a lottare contro il commissariamento Bagnoli. Luigi de Magistris spiega che sarà fatto ricorso al Tar Campania.

Il Comune di Napoli è pronto per presentare ricorso al Tar Campania contro il commissariamento Bagnoli e la nomina del commissario Salvo Nastasi. La notizia è stata data dallo stesso sindaco della città, Luigi de Magistris, in conferenza stampa: “Il Comune di Napoli, nel suo interesse, ha deciso di presentare questo ricorso perché ci troviamo di fronte a quello che, politicamente, definisco un’usurpazione della sovranità popolare e della democrazia rappresentativa, per certi aspetti un atto senza precedenti”.

Luigi de Magistris spiega poi che “siamo di fronte ad alcune gravi condotte del governo quali l’occupazione di una parte del territorio della città con una inquietante commistione fra pubblico e privato. Tutto ciò va investigato e pubblicamente discusso”.

La riqualificazione dell’ex area Italsider di Bagnoli “è compito del consiglio comunale, invece, così, è stato sovvertito l’ordine costituzionale, con un comma e la legge dello Stato, quindi, ha annullato la Costituzione”, continua de Magistris sul commissariamento di Bagnoli.

Commissariamento Bagnoli: “Provvedimento ad personam”

Tale legge, a detta del governo, poteva essere applicata a tutti i siti simili, ma ad oggi Bagnoli resta l’unica colpita, si tratta dunque di “un provvedimento ad personam”, spiega Luigi de Magistris.

La richiesta del Comune di Napoli è dunque chiara: sospensione del commissariamento Bagnoli. “Fino a quando sarò sindaco non consentirò a nessuno di mettere le mani su Bagnoli”, conclude il sindaco.