Caso De Luca, messo alla porta Mstrusi: “Non conosco nessuno Manna”

Prosegue il caso De Luca, con l’ex governatore della Campania che dice di essere tranquillo, che lui è estraneo a tutto e di non conoscere nessuna Manna.

Prosegue il caso De Luca e alla web Tv del quotidiano Il Mattino, il governatore della Campania, ha fatto sapere di aver punito chi in questa storia ha sbagliato, cioè l’oramai ex collaboratore Nello Mastursi: “Evidentemente ha sbagliato – dice – . Quando mi informò del sequestro del cellulare, lui mi rispose che non che si trattava di una cosa insignificante. Chi sbaglia con me è colpevole non una ma tre volte. Nessuno mi ha mai parlato del signor Manna. Non ho avuto nessuna segnalazione da parte di Mastursi. Ma il fatto non esiste. Sappiamo che c’è un certo Manna che chiedeva incarichi alla mia segreteria. In un’amministrazione come la nostra c’è un’invasione di persone che si propongono. È una valanga”.

Caso De Luca: “Ai magistrati dirò che non so niente”

Per quanto riguarda l’ipotesi che il ricorso fatto per lo stesso De Luca contro la sospensione dall’incarico di governatore sia stata truccata, ribadisce di essere tranquillo e che “ai magistrati dirò che non so niente, di niente, di niente. Chiederò se qualcuno ha fatto millantato credito danneggiando l’immagine della Regione, chiunque sia, sarà chiamato a risponderne”. E su Guglielmo Manna, il quale dichiara di non conoscere, dice: “La mia lettura di questa vicenda? Penso che questo signor Manna sia uno dei mille cittadini che si vanno a proporre per avere incarichi. Non credo in nessun complotto e nessuna trappola”.