Calcioscommesse: indagati Brocchi e Gattuso

di Francesco Cava

Nuova operazione condotta dalla Procura di Cremona nei confronti di una delle malattie più dilaganti nel panorama calcistico odierno, quello delle scommesse illegali sulle partite.
Queste nuove inchieste hanno portato all’arresto di quattro presunti intermediari tra calciatori e scommettitori, sono state effettuate inoltre una serie di perquisizioni a carico dei soggetti indagati. Il blitz della Procura di Cremona ha portato anche all’arresto di uno dei due mister X del calcioscommesse, Francesco Bazzani (l’altro è Salvatore Spadaro), accusato di essere uno tra i maggiori intermediari delle due parti in gioco, molto attivo nel panorama delle scommesse calcistiche. Gli inquirenti hanno messo in luce quanto il suddetto si sia reso protagonista di una rete di telefonate a calciatori e scommettitori negli orari più caldi, proprio a pochi minuti dall’inizio delle partite.
L’inchiesta, avviata nel giugno del 2010, ha già portato in carcere decine di giocatori ed ex giocatori anche di serie A, tra i quali Beppe Signori e Stefano Mauri, il primo emblema del calcio degli anni ’90 il secondo anche più recente, ed il rischio di vedere in manette altri grandi protagonisti del terreno verde si va sempre più concretizzandosi con l’avanzare dell’inchiesta. I nomi caldi di queste ore sono quelli di Gennaro Gattuso, simbolo del Milan e dell’Italia campione del mondo, e Christian Brocchi, altro ex Milan e Lazio.

Gennaro Gattuso ha espresso da subito la sua indignazione nei confronti dell’intera faccenda: “Sono arrabbiato e offeso– ha dichiarato- mai scommesso in vita mia. Non voglio macchie, chiarirò tutto“. Naturalmente fiducia e simpatia non bastano nel tortuoso percorso che la procura ha avviato, cammino che vede il nome di Gattuso in diverse occasioni e in una posizione quantomeno sospetta.
Si comincia da Chievo-Milan del 2011, Bazzani, il giorno della gara, scambia diversi messaggi con il giocatore rossonero. Inoltre dai tabulati di “mister x” vi è anche l’utenza di Pipieri Salvatore, conterraneo ed intimo amico del calabrese. I sospetti della procura si formalizzano proprio nella figura di quest’ultimo; Perumal Wilson Raj, che pochi anni fa svelava il contorto meccanismo delle partite truccate, aveva sostenuto, durante il suo periodo di detenzione in Finlandia per reati connessi al calcio scommesse, che alcuni dei suoi collaboratori avevano contatti con il “fratello” di Gattuso. Non avendo il calciatore rossonero alcun fratello le indagini erano cadute, ma la nuova figura di Pipieri potrebbe arrivare a chiarire anche queste precedenti dichiarazioni. Il nome di Gattuso viene poi connesso a diverse altre partite in cui il suo nome appare con quello di Bazzani.

Christian Brocchi ha una storia per molti aspetti simile a quella del calabrese, sono stati infatti scoperti alcuni sms tra lui e il solito Bazzani prima della partita Milan-Lazio del 2011, terminata con il risultato di 0-0.

Aspettiamo naturalmente maggiori delucidazioni sull’intera vicenda, con la speranza che possa essere tutto un enorme malinteso e che le figure di questi due emblemi del calcio italiano possano essere completamente ripulite; se così non dovesse essere, se anche loro come tanti altri venissero scoperti colpevoli sarebbe un ulteriore grande ferita al cuore di tutti i tifosi, di quelli che vanno allo stadio sperando che la loro squadra vinca o combatta nel tentativo, una ferita nell’orgoglio del calcio italiano e un passo in più verso la disillusione che ci sta portando ad abbandonare un così corrotto sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *