Boldrini a Scampia: "Non esiste un luogo dannato, sta a noi reagire"

Boldrini a Scampia: “Non esiste un luogo dannato, sta a noi reagire”

La presidente della Camera Laura Boldrini è a Scampia, su invito dei volontari di “Voci di Scampia” e di altre associazioni impegnate in quell’area

La presidente della Camera Laura Boldrini è a Scampia, su invito dei volontari di “Voci di Scampia” e di altre associazioni impegnate su quella fetta della periferia di Napoli. Parlando ai microfoni di Sky Tg24, ha sottolineato, come riporta askanews, la necessità di “dare visibilità a quello che c’è di buono nelle città”, come appunto il progetto Vodisca, che “coinvolge centinaia di giovani” nelle attività sportive, in una casa editrice, nella coltivazione dell’orto e nella vendita dei suoi prodotti. Una “esperienza positiva” e “in controtendenza rispetto all’immagine di questo quartiere, di questa zona conosciuta come zona dove non c’è speranza, non c’è futuro”.

 

Laura Boldrini: “Ci deve essere volontà collettiva di dire no alla camorra”

“Sta in ciascuno di noi – ha aggiunto – la responsabilità di reagire, come dimostra l’esperienza di questi ragazzi. Non c’è un luogo dannato, ogni luogo può essere più o meno facile, più o meno difficile, ma ci deve essere la volontà collettiva di dire no alla schiavitù della criminalità, in questo caso della camorra”.

La terza carica dello Stato ha ringraziato, nel corso dell’intervista televisiva, “le forze dell’ordine: la sicurezza è la base di qualsiasi relazione umana. Se non c’è sicurezza c’è paura, un acido che corrode le relazioni umane. Importante che lo Stato sia accanto a chi ogni giorno è su quei territori difficile per affermare la sicurezza”.