Arena del Tennis permanente? I Verdi dicono no, e rilanciano: facciamola a Bagnoli

I Verdi si dicono assolutamente contrari all’idea del Sindaco: l’arena tennis va tolta

Carmine Attanasio, Francesco Borrelli e Vincenzo Peretti, esponenti dei Verdi di Napoli, sono assolutamente contrari alle dichiarazioni rilasciate ieri dal Sindaco De Magistris in cui si dice intenzionato a rendere semi-permanente la struttura sportiva che in questi giorni ha ospitato la Coppa Davis.

Il punto di vista dei Verdi

Secondo i Verdi, l’arena del tennis in Via Caracciolo deve essere assolutamente smantellata una volta che ha esaurito le sue funzioni e non deve rimanere un solo giorno in più di quelli previsti. I tre esponenti ambientalisti si dicono felici del lustro che l’evento ha dato alla nostra città, ma non comprendono le dichiarazioni di De Magistris che, senza confrontarsi con la maggioranza che lo sostiene, ammette la sua intenzione di rendere semi-permanente, almeno fino a settembre, la struttura sportiva.

La proposta dei Verdi

Il lungomare di Napoli, a detta dei Verdi, non ha certo bisogno di ulteriori attrattive, soprattutto per quanto riguarda il fine settimana e i giorni festivi, che possono causare traffico e caos in zona. Carmine Attanasio, Francesco Borrelli e Vincenzo Peretti rilanciano dicendo che sono ormai vent’anni che chiedono la realizzazione della Città della Musica e del Teatro a Coroglio in cui potrebbe essere integrata anche un’area polifunzionale che prevede anche un campo da tennis collocata a Bagnoli, che nulla ha da inidiare a Via Caracciolo, riuscendo così anche a far rinascere la zona per fini turistici.