annullamento delle elezioni avvocati

L’annullamento delle elezioni degli Avvocati di Napoli Nord. Intervista a Gianfranco Mallardo

L’annullamento delle elezioni degli avvocati del Tibunale di Napoli Nord. Intervista a Gianfranco Mallardo candidato presidente con la Lista Mallardo

L’annullamento delle elezioni per il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord fissate per questo fine settimana sono state annullate e la situazione del Tribunale di Napoli Nord è in un momento di stallo.

L’Avv. Gianfranco Mallardo, consigliere uscente dell’Ordine di Napoli, è alla guida della Lista Avvocati Uniti con Mallardo Presidente. Da sempre è la voce forte a tutela dei colleghi e punto di riferimento di molti colleghi.

Al Tribunale di Napoli Nord serve un Consiglio dell’Ordine ex-novo, il motivo storico necessita di un punto di riferimento tra gli avvocati per confrontarsi con la magistratura.” La lista nasce da un progetto creato e condiviso da tutti i componenti della stessa al fine di portare le proprie esperienze e competenze per costruire il nascente Ordine del  Tribunale di Napoli Nord.

“La lista è lo specchio di tutte le associazioni del territorio al fine di rappresentare tutta l’Avvocatura”. Gli avvocati inseriti nella lista sono rappresentativi dell’area interessata dal Tribunale di Napoli Nord. Adele Belluomo, Francesco Castaldo, Aniello Cirillo, Ambrogio Coppola, Antimo D’Alterio, Antonia Di Costanzo, Pasquale Di Lorenzo, Maria Dolores Di Micco, Anna Gargiulo, Celestino Gentile, Maria Iorio, Gaetano Irollo, Giuseppe Landolfo, Dario Migliore, Donato Minicozzi, Nicola Orefice, Antonella Panico, Vittoria Pellegrino, Francesco Paolo Pianese e Mario Tozzi sono i colleghi che hanno partecipato alla stesura del programma ed aderito al progetto della lista che pone al centro l’avvocatura e che vedono in Mallardo  un punto di riferimento in grado di affrontare e risolvere qualsiasi tipo di problema

 L’annullamento delle elezioni degli avvocati di Napoli Nord

Gli stessi membri della lista Mallardo sono, a loro volta, punti di riferimento dei colleghi che operano nel circondario di Napoli Nord. La lista è formata da avvocati che frequentano ogni giorno, le aule dei tribunali, che soffrono per le molteplici disfunzioni del nostro sistema giudiziario e che si sentono mortificati di fronte allo svilimento quotidiano della professione di avvocato. Tale disagio è moltiplicato nella attuale situazione in cui versa il Tribunale di Napoli Nord e dall’annullamento delle elezioni senza che sia stata fissata una data.

Il progetto prevede un’avvocatura unita e l’unità si realizza combattendo ogni tipo di discriminazione e proponendo progetti condivisi. Un’avvocatura preparata, per cui è indispensabile una scuola forense che si occupi della formazione dei giovani e dell’aggiornamento dei meno giovani.

Il principale compito del Consiglio organizzare gli uffici ed i servizi essenziali per i colleghi ed i cittadini e dare immediata attuazione agli organismi previsti dal nuovo Ordinamento Forense. Questo il programma della lista Mallardo

– approvare il regolamento elettorale e di funzionamento del Comitato Pari Opportunità;
– istituire le Commissioni di supporto al Consiglio, articolate per le varie materie, a cui delegare lo studio e l’impostazione dei protocolli di intesa con Enti ed Istituzioni;
– costituire l’Organismo di mediazione e di altri strumenti alternativi di risoluzione del contenzioso e predisporre, con modalità trasparenti, l’elenco dei colleghi disponibili ad assumere il ruolo di mediatore e/o arbitro;
– istituire una biblioteca multimediale con punti di accesso a banche dati e predisposta una sala computer con uso di stampanti e accesso ad internet;
– allestire un locale attrezzato ove svolgere le indagini difensive previste dal c.p.p.;
– costituire l’Osservatorio sulla Giustizia con i rappresentanti della magistratura e del personale di cancelleria al fine di ottimizzare l’esercizio della professione mediante l’utilizzo di protocolli d’intesa e l’individuazione delle “buone prassi” per un migliore funzionamento degli uffici giudiziari (orari di apertura, eliminazione di code, organizzazione delle udienze);
– richiedere spazi per il funzionamento delle associazioni e per permettere momenti di confronto e di aggregazione dell’avvocatura;
– ottenere aree di parcheggio riservati agli avvocati;
– creare un sito web ove pubblicare le attività del Consiglio, dare le notizie rilevanti per la vita professionale e permettere trasparenza e partecipazione alle attività consiliari;
– monitorare gli incarichi conferiti dai magistrati ai professionisti (curatele fallimentari, vendite delegate, ecc..), affinché vengano rispettati i criteri di turnazione;
– sensibilizzati gli organi competenti per una veloce e dignitosa remunerazione dei difensori di ufficio e del gratuito patrocinio;
– intraprendere una regolare interlocuzione con gli Enti preposti al funzionamento dell’Ufficio del Giudice di Pace per una costante attenzione e monitoraggio delle problematiche relative;
– istituire un albo d’onore per i colleghi che hanno dato lustro alla Classe, nonché una annuale cerimonia di consegna di toghe d’onore per i giovani meritevoli e di medaglie per i colleghi che hanno raggiunto i quaranta anni di professione;
– istituire la Scuola di Formazione per i giovani e di aggiornamento e specializzazione per i colleghi.
– creare lo sportello di supporto e consulenza per il Processo Civile Telematico, organizzati corsi di formazione e predisposte convenzioni con i privati per il superamento delle difficoltà dei nuovi sistemi e riduzione delle spese di innovazione tecnologica;
– creare un fondo di solidarietà per i colleghi in difficoltà e loro superstiti;
– profondere impegno per le politiche ed iniziative a maggior tutela della maternità con stipula di convenzioni con asili nido, baby parking e scuole d’infanzia disponibili al fine di rendere più agevole la vita professionale e familiare dei colleghi.