Ancora morte sul lavoro: muore operaio napoletano

Un operaio è morto folgorato a Marigliano

di Redazione

Marigliano – Stava lavorando come ogni giorno, forse pensando al termine del proprio turno e al ritorno a casa dalla sua famiglia. Va, invece, ad aggiungersi al lungo elenco di morti bianche del nostro paese. E’ un uomo di 41 anni, padre di due gemelline, operaio del rione Traiano. Stava compiendo attività di manutenzione su un traliccio ferroviario nei pressi di Marigliano.

Non sono ancora chiare le circostanze dell’accaduto: l’uomo era appena salito sul traliccio quando ha avvertito la scossa. Ha urlato per una breve frazione di secondo. Poi il silenzio. E’ morto folgorato,  sul colpo.

Li chiamano incidenti sul lavoro, omicidi sul lavoro, morti bianche: il senso è sempre lo stesso. Il lavoro dovrebbe essere garanzia di sicurezza e stabilità per sè e per i propri cari, eppure troppo spesso diventa una mano invisibile che strappa il lavoratore alla propria famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *