L’Acquachiara vince il derby con il Posillipo (VIDEO)

La Scandone si tinge di biancoazzurro. Acquachiara vince il derby. Cuore e grinta non bastano ai rossoverdi in netta ripresa.

Le dichiarazioni a fine gara

Faccio i complimenti al Posillipo per la bella prestazione in un momento difficile”. Paolo De Crescenzo riconosce i meriti dei rossoverdi ma a vincere la stracittadina all’ombra del Vesuvio è la Carpisa Yamamay Acquachiara. Un mercoledì colorato di biancoazzurro. Alla Scandone la formazione acquachiarina si impone 10-6 sui posillipini. E il pronostico della vigilia viene confermato in vasca. Perez e compagni favoriti incassano tre punti e raggiungono quota 15 in classifica.

L’incontro, il derby delle emozioni

Il derby delle emozioni, dello spettacolo e della solidarietà. Sempre spettacolo nel Tempio dell’acqua clorata a Fuorigrotta. Ancor più quando a sfidarsi sono il team di Mergellina e il club di Franco Porzio. Il match regala gesti atletici di rara bellezza, controfughe micidiali, scontri all’insegna del furore agonistico ma mai scorretti e giocate di alta classe. Petkovic top scorer con una pesante tripletta. Doppiette pregevoli per Luongo e Valentino, Radovic (con un ginocchio vistosamente fasciato) e Saccoia (senza la maschera verde).

Dopo 50″ Saccoia firma il vantaggio del Posillipo. La calottina blu numero 12 potrebbe raddoppiare ma la sua conclusione viene parata da Caprani. Se Caruso sventa la prima controfuga di Luongo, il giovane portiere nulla può sulla seconda di Valentino: 1-1. Si contano almeno tre occasioni per i rossoverdi e la traversa di Gallo in superiorità numerica. Perez prova due volte ad impensierire il sostituto di Negri (ancora infortunato) ma senza fortuna. Dolce e Foglio ermetici su Paskvalin.

Seconda frazione e rete di Foglio. Dall’impreciso passaggio di Saccoia in attacco si passa al capovolgimento di fronte e al rigore trasformato da Petkovic. Con l’uomo in più (causa l’espulsione di Radovic su Perez), Valentino firma il 3-2. Un’altra traversa per i ragazzi di Bruno Cufino centrata da Russo.

Cambio di campo e panchina e il centrovasca di Dubrovnik perviene al pareggio (3-3). Vige l’equilibrio: Luongo e il rigore di capitan Gallo fissano il punteggio sul 4-4. Segue il break dell’Acquachiara con il secondo penalty di Petkovic, guadagnato da Gitto, e la seconda controfuga di Luongo (6-4). Il Posillipo concede troppo, commette errori, non concretizza a dovere. In più pesano le assenze di Mandolini e Briganti.

Acquachiara vince il derby

Gli ultimi otto minuti decretano il quinto successo stagionale per gli azzurri. Saccoia riduce il gap di una lunghezza (6-5) ma l’espulsione di Gallo per proteste e poi di Klikovac per limite di falli raggiunto spianano la strada alle iniziative vincenti di Petkovic, Scotti Galletta (secondo break dell’incontro 7-5), intervallate dalla marcatura di Radovic (conclusione insidiosa) e le due reti di Lanzoni (la palombella a 22″ dal termine è un capolavoro).

Nessun alibi neanche stavolta. Abbiamo giocato per tre tempi una partita difensiva perfetta con volontà e rabbia leonina”- afferma Cufino. “Si vince segnando in superiorità numerica. Usciremo dal tunnel”.

Telethon per sostenere la ricerca

INSIEME PER SOSTENERE LA RICERCA: sciarpe, magliette, cappellini, adesivi indossati da atleti, allenatori, bambini e addetti ai lavori sul piano vasca prima, dopo e durante. Tutti in favore di Telethon con l’associazione no profit Milleculure e BNL. Al nostro microfono il dott. Giuseppe D’Agostino, Direttore Gruppo Agenzie Napoli Centro, a favore dell’iniziativa menzionata. Piccolo ma prezioso anticipo di quanto avverrà nelle giornate 13 e 14 dicembre in favore della ricerca.