benevento

Benevento, bimba morta in piscina: 21enne indagato per omicidio e stupro

Benevento – L’ultima persona ad aver visto Maria è stato lui. Ed ora il 21enne è indagato per stupro e omicidio. Il padre della bimba chiede giustizia.

Un giovane romeno di 21 anni è ora indagato per stupro e omicidio della piccola Maria Ungureanu, trovato morta e senza abiti in una piscina di un ristorante di San Salvatore Telesino, Benevento. Secondo l’autopsia la bambina, di anni 10, è stata stuprata ed è poi morta per annegamento.

Il 21enne è per ora il principale indiziato per la morte di Maria. E’ stato lui a vedere per ultimo la bambina, dato che alcuni testimoni l’hanno vista salire proprio a bordo della sua auto. Il ragazzo, connazionale della piccola, è qui in Italia da otto anni e lavoro come operaio. Nella notte è stato ascoltato e poi rilasciato. “Sono innocente, non avrei mai potuto farle da male, per come era come se fosse una sorella”, ha poi dichiarato il 21enne.

Giallo di Benvento, padre chiede giustizia

Mario Ungureanu, padre di Maria, chiede ovviamente giustizia: “Se mia figlia è stata stuprata e uccisa chiedo una giustizia rapida. Credo nella giustizia italiana: se volessi farmi giustizia da solo finirei in galera lasciando sola mia moglie”.

E sul 21enne indagato Mario dice che “lo conosco da due anni e spesso ha frequentato la mia casa e spesso mangiava con noi. Per questo motivo, quando la notte scorsa nella caserma dei carabinieri mi ha detto che domenica pomeriggio avrebbe voluto telefonare per avvisarmi che Maria, dopo la celebrazione della messa, era andata con lui a Telese, mi sono gelato. Se eri amico mio, gli ho detto, perché non l’hai fatto? Non hai pensato che fossi preoccupato?. Ma come, sei andato a Telese quando la città era inaccessibile per una corsa podistica? A questa domanda lui mi ha risposto dicendo che è tornato subito lasciando Maria dove l’aveva presa”.