Bimba trovata morta in piscina: visita esterna dichiara la morte per asfissia

Bimba trovata morta in piscina: visita esterna dichiara la morte per asfissia

Bimba trovata morta in piscina: visita esterna dichiara la morte per asfissia. Sarà comunque l’autopsia a stabilire con precisione le cause del decesso

 

Il cadavere di una bambina nuda di circa dieci anni è stato rinvenuto nella piscina di un casale che ospita ricevimenti e matrimoni a San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento. La bimba, figlia di una coppia di romeni che abita nel centro sannita, era scomparsa da domenica sera.

 

Bimba trovata morta in piscina: gli indumenti era piegati a bordo piscina

Il corpo della piccola è stato ritrovato dalla titolare di un locale pubblico vicino al casale. La donna – da quanto si è saputo – ha avvisato i Carabinieri dicendo che c’era un corpicino che galleggiava nella piscina del casale. Gli indumenti e le scarpe della bambina sono stati trovati ai bordi della piscina. La piccola si era allontanata dicendo al padre, che è un operaio (la mamma è una badante) che sarebbe andata in chiesa. Gli indumenti della bimba erano perfettamente piegati a bordo piscina.

La visita esterna sul corpo della bimba, trovata annegata in piscina indica, secondo quanto si è appreso da fonti investigative, una morte per asfissia. Sarà comunque l’autopsia a stabilire con precisione le cause del decesso. (Fonte Ansa)