domenica, Giugno 13, 2021
HomeCalcioTutto NapoliNapoli, via i primi esuberi

Napoli, via i primi esuberi

di Riccardo Simeone

La cessione di Vitale al Bologna è stata solo la prima. Le forbici sono tutte nelle mani del ds Riccardo Bigon.

Napoli, via i primi esuberiÈ ora di dare un bel taglio al personale.
Oggi ad essere depennati dalla rosa del Napoli sono Christian Bucchi (classe 1977) e Nicolas Amodio (classe 1983) che con ogni probabilità si accaseranno rispettivamente al Ravenna e al Penarol.
La formula adottata dalla dirigenza partenopea è ormai un classico degli esuberi quinquennali targati Pierpaolo Marino: rescissione del contratto.

La risoluzione adoperata in questo caso è necessaria e coinvolgerà altri elementi. Si spera anche Samuele Dalla Bona, noto agli addetti ai lavori col nome “Con chi credi di parlare Io ho giocato nel Chelsea!”. La mistica presenza da cherubino di San Donà di Piave aleggia costantemente nei ritiri estivi del Napoli dalla seconda metà del decennio scorso. Poverino, non è esclusivamente colpa sua. Alzi la mano chi, sedendosi al tavolo (apparecchiato?) di una trattativa con PierPaolo Marino, il quale vi offre un quinquennale a cifre da capogiro, non cerchi di stringere fino allo stremo delle forze la gamba di papà Aurelio, pregandolo di non cacciarlo.

Tralasciando il poco appeal che può suscitare il centrocampista veneto, Amodio e Bucchi hanno il loro mercato da medio-bassa serie B. Peccato che anche loro sono stati legati fino ad ora da un contratto che ha sempre fatto allontanare scandalizzati tutti i possibili acquirenti.
Finalmente questo andirivieni di prestiti gratuiti sembra essere finito.

Un altro giocatore che ha le valigie pronte è Nicolao Dumitru. La giovane promessa di origini scandinavo-carioca-rumene è stata ceduta in comproprietà all’Empoli. A causa della rosa estremamente corta della stagione appena trascorsa, Mazzarri lo ha utilizzato soprattutto nelle situazioni disperate. Il ragazzo ha dimostrato carattere e talento, ma è fin troppo acerbo, ed ha bisogno di farsi le classiche ossa nella serie cadetta, sperando che venga valorizzato il giusto.

Un altro elemento in via di uscita è Bogliacino, il cui futuro è ancora tutto da decifrare; stessa situazione per Cigarini, Aronica, Mannini e Rinaudo, mentre per il “piccolo principe” Sosa potrebbe esserci una svolta. Il fantasista argentino (fantasista nella fantasia sua e del suo procuratore) sembra essere nel mirino di varie squadre italiane ed argentine. Sono tiepidi gli interessi di Catania e Genoa, mentre è più insistente quello dell’Estudiantes, che pare abbia offerto cifre intorno ai due milioni. Si aspetta probabilmente l’arrivo di un altro sostituto di Hamsik, per poi dare il via libera alla cessione del sudamericano.

Un capitolo a parte va dedicato al futuro di Gargano. Il centrocampista uruguayano, impegnato in finale di Copa America, non è più asse portante della metà campo azzurra. La rivoluzione della linea mediana partenopea coinvolge anche lui. Per “el Mota” potrebbe prefigurarsi un futuro tedesco, in quanto sarebbe il sostituto ideale di Vidal al Bayer Leverkusen, qualora il cileno si accasasse alla Juventus. Altre destinazioni alternative potrebbero essere il Genoa e la Fiorentina. L’importante è che sborsino gli 8-10 milioni e che questi soldi consentano a Bigon di provvedere ad acquistare un rincalzo all’altezza, se non superiore.
Siamo così sicuri che sia utile privarci di Gargano?

Staremo a vedere.

http://www.epressonline.net/joomla/index.php/sport/50-notizie/144-napoli-via-i-primi-esuberi-

Napoli, via i primi esuberi
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI