Young Boys Napoli 2 a 0, decidono Hoarau e Bertone, qualificazione a rischio

Prima sconfitta per gli uomini di Benitez in Europa League: a Berna lo Young Boys si impone per 2-0 dopo una partita tenace, che legittima la vittoria dei padroni di casa, capaci di resistere agli attacchi del Napoli e ripartire con velocità. Ampio turnover come pronosticato alla vigilia per Rafa Benitez: le “sorprese” (con il madrileno le virgolette sono d’obbligo) sono lo schieramento di Michu e De Guzman nella line-up iniziale mentre Uli Forte dal suo canto schiera Steffen e Nuzzolo come ali; Hoarau vince il ballottaggio con Afum e si schiera al centro dell’attacco.

Al 3° minuto Rafael blocca sicuro su calcio d’angolo, pochi secondi dopo Inler recupera una palla a centrocampo e serve Mertens che è bravo a smarcarsi ma il suo passaggio arriva con colpevole ritardo. Si fa vedere anche la Young Boys con una conclusione in porta del campano Nuzzolo, che si accentra e conclude col destro di poco a lato. Ancora un timido Napoli si affaccia dalle parti di Mvogo al 14°: Duvan Zapata tenta la conclusione a giro sul secondo palo ma è debole. Mertens è fra i più ispirati: al 17° prova la conclusione a sorpresa da 40 metri, sfiorando però soltanto la traversa.

Il Napoli ci prova sempre più con insistenza: al 19° De Guzman, per venti minuti assente dal gioco, conclude di destro in diagonale, trovando però un portiere pronto a mettere in angolo. Esattamente come aveva pronosticato Uli Forte, la partita è nelle mani del Napoli ma i padroni di casa riescono a rendersi comunque pericolosi: Hoarau fallisce due ghiotte occasioni mandando il pallone in curva da comoda posizione prima e concludendo di testa fra le braccia di Rafael poi. La partita nella prima frazione è fondamentalmente equilibrata: il Napoli prova con il palleggio a rendersi pericoloso ma non trova lo spunto vincente: al 41° Mertens prova ancora una volta a concludere a giro sul secondo palo dopo un’azione di contropiede ma trova un Mvogo pronto a distendersi e a mettere in angolo.

Il secondo tempo di Young Boys Napoli purtroppo comincia con lo stesso trend: al 52° Hoarau porta in vantaggio lo YB. Steffen dalla destra crossa rasoterra in area, dopo un rimpallo la palla finisce sui piedi dell’attaccante che da centro area stoppa, si gira, e trafigge Rafael. Al 62° entra Hamsik al posto di un Michu mai davvero in partita: al contrario dello spagnolo, lo slovacco riesce a rendersi subito pericoloso con un colpo di testa su cross di Mertens. Niente da fare: il Napoli non riesce ad essere incisivo nella manovra e lo Young Boys vola negli spazi lasciati dagli azzurri, che lasciano agli avversari troppe possibilità di contropiede.

È palese ancora una volta la mancanza di ricambi adeguati nel Napoli: l’entrata di Callejon e l’arretramento della manovra favoriscono una maggiore incisività della manovra tanto da arrivare addirittura al gol dello spagnolo, annullato però per fuorigioco. Il merito comunque, è anche degli svizzeri, che dal canto loro difendono bene: Von Bergen e Milotic tengono a bada Duvan anche di testa. Entra Higuain a 7 minuti dal 90° ma cambia poco: agli svizzeri resta giusto il tempo di concretizzare uno dei tanti contropiede con il subentrato Bertone. Il Napoli perde la prima partita del girone , l’obbiettivo qualificazione è rimandato: i problemi invece, restano.

Per la conferenza stampa di Benitez e di Uli Forte e le altre notizie vai su Napoli10