Farmacia per indigenti apre a Napoli con risorse Curia

Welfare: Napoli, apre farmacia per indigenti con risorse Curia

Farmaci anche costosi per bambini e persone indigenti. Nasce con questo scopo la Farmacia per indigenti, nell’ospedale dell’Annunziata di Napoli

Farmaci anche costosi per bambini e persone indigenti. Nasce con questo scopo la Farmacia per indigenti, nell’ospedale dell’Annunziata di Napoli. E il primo farmaco, alla mamma di un piccolo paziente, lo consegna in camice bianco, per l’occasione, l’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe. E’ cosi’ che viene inaugurata la struttura finanziata grazie all’asta di beneficenza del 2014, l’iniziativa benefica che ogni anno il cardinale organizza nelle festivita’ natalizie.

Con un protocollo d’intesa, sottoscritto tra la Curia di Napoli, la direzione generale dell’azienda ospedaliera “Santobono Pausillipon” e l’ordine dei Farmacisti di Napoli, il progetto “Un farmaco per tutti” prende forma. “E’ una risposta a un’esigenza della gente, dei poveri, dei tanti che fino adesso nelle parrocchie o nella stessa Curia portavano ricette perche’ non erano nelle condizioni di poter pagare le medicine prescritte – spiega l’arcivescovo partenopeo – qui si tocca la coscienza. Non si puo’ morire perche’ non si hanno i soldi per comprare i medicinali”. E il cardinale Sepe sottolinea anche l’impegno della struttura ospedaliera e dell’ordine dei farmacisti per realizzare il progetto. “Non e’ stato facile – dice – perche’ bisogna rispettare una serie di condizioni delicate. I farmaci non possono essere distribuiti a piacere”. Il presule rimarca anche il carattere solidale dell’iniziativa. “Non siamo qui per supplire – spiega – ognuno dovrebbe fare il proprio dovere. Se qualcuno non lo fa, sono fatti suoi”. (AGI)