Visita guidata alla Farmacia degli Incurabili

Visita guidata alla Farmacia degli Incurabili

L’associazione culturale Vivere a Napoli ha organizzato un’apertura serale straordinaria per visitare le sale barocche della Farmacia degli Incurabili

L’associazione Vivere Napoli organizza la visita guidata alla Farmacia degli Incurabili di Napoli

Un sito importante della Napoli antica e storica sarà aperto al pubblico sabato 28 febbraio per una visita guidata d’eccezione: si tratta della Farmacia degli Incurabili, monumento partenopeo ricco di arte e storia. A partire dalle 18  sarà infatti possibile visitare la farmacia grazie all’evento organizzato dallassociazione Vivere Napoli, da sempre attiva sul territorio, al costo di 16 euro. Ci saranno tre turni di ingresso, 18, 19.30 e 21, con i quali si potrà accedere alle due maestose sale del ‘500 riaperte nel 2011 dopo ben trent’anni.

Il museo delle arti sanitarie di Napoli e la sua storia

La Farmacia conserva intatta la bellezza del barocco cinquecentesco, tra gli scaloni in piperno che danno l’accesso alla prima sala, il pavimento in preziosa maiolica, gli armadietti scolpiti in ebano e gli arredi in radica di noce e risponde al principio secondo il quale si riteneva possibile curare attraverso l’arte e la bellezza. A completare la bellezza della struttura, una tela sul soffitto ad opera del Bardellino che ritrae il guerriero Macaone, esperto nell’arte della medicina, durante una scena della  e 400 vasi maiolicati.  Dunque oltre al valore propriamente storico e scientifico la Farmacia degli Incurabili rappresenta un opera d’arte di valore per la bellezza della struttura in sé, da riscoprire ed ammirare come un museo.

Il complesso ospedaliero degli Incurabili, sito al centro storico della città, nei pressi del Decumano superiore,  fu fondato negli anni ’20 del XVI secolo ad opera di Maria Longo, una nobildonna che volle porre rimedio all’epidemia della peste che al tempo flagellava la popolazione partenopea; successivamente, nel ‘600, la struttura fu ampliata a seguito di numerose donazioni. Ma fu nel ‘700 che per volere di Bartolomeo Vecchione, lo scultore, architetto e pittore Domenico Antonio Vaccaro realizzò la storica farmacia, ristrutturando l’antica spezieria cinquecentesca. Centro di eccellenza, sia per la ricerca farmacologica che per la produzione di erbe medicinali, la Farmacia degli Incurabili, a partire dal 2010, assieme alla chiesa Santa Maria del popolo e a parte del complesso ospedaliero, forma quello che è definito “museo delle arti sanitarie di Napoli”. 

L’evento

La visita guidata alla Farmacia degli Incurabili è prenotabile via mail all’indirizzo: prenotazioni@viverenapoli.com.
La visita partirà presso la Farmacia per proseguire con la Quadreria dell’ospedale e il Museo delle arti sanitarie, dove si potranno ammirare ferri chirurgici, farmacie portatili, antichi strumenti medici, stampe anatomiche e libri, per finire poi con l’Orto medico, dove si potranno vedere oltre 100 erbe medicinali da poco ripiantate. A seguire ci sarà una breve presentazione del libro Napoli insolita e segreta di Valerio Ceva Grimaldi e infine verrà servito un aperitivo ai visitatori.