Videozine culturale – L’Arte resta in pigiama

Il 21 marzo 2020, alle ore 17.00 è nato, attraverso i multicanali del web come Facebook e Instagram, il videozine culturale intitolato “L’arte resta in pigiama”

Il 21 marzo 2020, alle ore 17.00 è nato, attraverso i multicanali del web come Facebook e Instagram, il videozine culturale intitolato “L’ arte resta in pigiama”. Una pubblicazione periodica indipendente a carattere culturale e sociale che prende forma attraverso la riproduzione di immagini in video della durata di dieci minuti.

Sullo sfondo di un’ironia che tenta di sdrammatizzare questo momento delicato per il mondo, Ferdinando Sorrentino, Nunzia Caricchio, Gianluigi Infante, Carmine Maturanza ci trascinano nell’isolamento costretto dal covid19 di artisti e autori, pronti a raccontarci loro stessi e la loro arte.

 

Appuntamento settimanale con videozine

Pittura, scultura, letteratura, fotografia, gastronomia. Forme d’arte a cui l’uomo può aggrapparsi per poter evadere dalla psicosi del coronavirus, malattia che da alcuni mesi a questa parte sta inghiottendo l’umanità. Particolarità del progetto è il voler sottolineare il contesto del periodo di quarantena, vissuto tra le mura della propria casa, attraverso una rappresentazione beffarda di esso, rispettando in ogni modo possibile la serietà della situazione. I protagonisti del programma verranno invitati a raccontarsi indossando il pigiama.

Il videozine avrà appuntamento settimanale e verrà postato sui profili social Facebook e Instagram degli autori. Inoltre, verrà istituito un bando attraverso cui le persone interessate a promuovere la propria arte, potranno fare affidamento per partecipare.

L’idea del progetto nasce dalle menti dell’associazione culturale Non me ne vado. Tale circolo si attiva per promuovere l’arte in tutte le sue forme, sia in territorio Campano, sia all’esterno di esso. L’Associazione lascia camminare il concetto di Arte al fianco del concetto di Legalità. Il primo ricerca della bellezza; Il secondo ricerca della giustizia. Coesistono, lottando in quel groviglio ingarbugliato qual è il mondo, per potersi incastrare nel nodo dell’eternità.

 

“L’ arte resta in pigiama”: Ferdinando Sorrentino, Nunzia Caricchio, Gianluigi Infante

Ferdinando Sorrentino nasce a Napoli nel Luglio del 1991. È Dottore in Legge ed Esperto d’Arte. Inizia il suo percorso artistico dando vita a diversi eventi culturali, come “Meeting d’Arte Internazionale Biennale di Napoli”, “Non me ne vado I e II Edizione”, “L’Arte dint’a’ Legalità” e altri. Nel Novembre del 2019 fonda l’associazione culturale Non me ne vado.

Nunzia Caricchio nasce a Napoli nel Novembre del 1991. È Scrittrice e Multitasking di scrittura. Esordisce nel mondo della Letteratura con il romanzo “L’Ammazzafavole”, un testo a sfondo sociale e psicologico che punta l’attenzione sulla problematica legata alla violenza sulle donne e sul riscatto personale. Vincitrice di Premi Letterari, ha ottenuto anche Menzioni d’Onore. Diversi suoi racconti sono stati pubblicati all’interno di alcune Antologie.

Gianluigi Infante nasce a Napoli nel Dicembre del 1991. È Maestro d’arte. Inizia la sua carriera artistica ricercando il realismo e l’ironia negli aspetti del quotidiano. Conclude gli studi accademici con una Tesi improntata sul “Gioco dell’arte”. Diverse sono state le sue esposizioni come “Il paese dei Balocchi”; altra esposizione personale al complesso monumentale di Santa Maria la Nova di Napoli. Rilevante è stata la collaborazione, come Direttore Artistico, all’evento culturale “L’Arte dint’a’ Legalità”. Carmine Maturanza nasce a Napoli nel Giugno del 1991. Dottore in Beni Culturali, conclude gli studi universitari con la Tesi su “Il tipo statuario dell’Artemide Efesia”. Ha collaborato a molti eventi, vestendo il ruolo di moderatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *