Via Toledo, recintate alcune “mattonelle assassine” della pavimentazione. A quando i lavori?

Da qualche giorno attorno alle mattonelle sbeccate di via Toledo – alcune, non tutte – sono comparse delle recinzioni in plastica. Lavori in vista?

Chiunque passi abitualmente per via Toledo ci sarà sicuramente inciampato almeno una volta: le mattonelle rialzate e spaccate della pavimentazione degli ampi marciapiedi che costeggiano una delle vie più trafficate di Napoli sono un vero e proprio incubo per le migliaia di pedoni che ogni giorno transitano per via Toledo.

Lavori in vista?

Da qualche giorno a questa parte però, i cittadini che in quella zona vivono o lavorano avranno sicuramente potuto constatare una interessante novità: attorno a alcune delle mattonelle sbeccate disseminate lungo via Toledo sono misteriosamente comparse delle recinzioni in plastica, piazzate ad hoc per impedire ai pedoni più sbadati di finirci sopra, rischiando di inciampare e cadere. Un’operazione, quella di recintare, che dovrebbe – si spera – preannunciare dei lavori di riqualificazione della pavimentazione in quei punti che sono difatti pericolosi per il transito pedonale. Ma di operai al lavoro per adesso non c’è traccia.

Niente recinzioni all’altezza della metro Toledo: qui la pavimentazione è messa molto peggio

Intanto, nella fiduciosa attesa che gli uomini della manutenzione si facciano vedere al più presto per riparare le mattonelle “incriminate”, all’osservatore più attento e al più affezionato frequentatore della via dello shopping partenopea non sarà certo mancata l’occasione di notare anche un’altro dettaglio, questa volta meno piacevole: le recinzioni sono state realizzate soltanto nel primo tratto di via Toledo, quello che va da piazza del Plebiscito a poco dopo l’ingresso della Galleria Umberto I, e dove, paradossalmente, ce n’era meno bisogno. Il tratto in cui la pavimentazione è peggio messa infatti è quello di fronte all’uscita della metro Toledo, dove, come si vede dalle foto, le mattonelle sbeccate e divelte continuano a fare bella mostra di sé e a attentare alla vita degli ignari passanti senza che intorno ci sia stata piazzata alcuna recinzione.

A quando gli attesi lavori?

Ora la domanda è: queste recinzioni davvero preannunciano quantomeno l’intenzione di realizzare dei lavori di aggiusto e riqualificazione della pavimentazione stradale dei marciapiedi di via Toledo? E, se sì, quando partiranno questi – attesissimi – lavori? Ma soprattutto, tali lavori si estenderanno anche al tratto successivo di via Toledo, quello che quotidianamente rende i passanti vittime dell’inciampo? E, se sì, quando?