Vescovo di Acerra: “Ampliamento inceneritore? Dio ci salvi”

Le parole del vescovo di Acerra sulla possibilità di un ampliamento del termovalorizzatore cittadino, al momento unico impianto di incenerimento campano

L’idea di una ‘quarta linea’ e dunque di un ampliamento dell’inceneritore di Acerra, è in forte contraddizione con quanto mi scriveva all’inizio di questo 2017 il Vice Governatore della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, rispondendo ad una lettera in cui esprimevo preoccupazione proprio per un presunto potenziamento dell’impianto”. Lo ha detto il vescovo di Acerra (Napoli), monsignor Antonio Di Donna, intervenendo sulla possibilità di un ampliamento del termovalorizzatore cittadino, al momento unico impianto di incenerimento campano.

 

Vescovo di Acerra: “Si spieghi alla gente di Acerra il perché di questo accanimento”

Dio non voglia questo ulteriore gravissimo danno alla città – ha detto il vescovo di Acerra si abbia, però, il coraggio civile di venire a spiegare alla gente di Acerra il perché di tutto questo inspiegabile e inaudito accanimento”. Per Di Donna, ”si sfiora il ‘cinismo’ se si continua a mortificare un popolo che invece attende le bonifiche e ancora non viene rassicurato sulla qualità dell’aria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *